A cura della Redazione
Disoccupati, S.O.S. raccolto dalla Regione Campania Lavoro e occupazione, sono questi i temi al primo punto dell’agenda politica dell’amministrazione comunale di Torre Annunziata. A fine anno, come ormai è ben noto, scadrà la mobilità per 44 lavoratori dell’ex Metalfer, che dall’inzio del 2010 resteranno privi di qualsiasi sostegno al reddito. Ma la soluzione per questi ultimi sembra essere vicinissima. Infatti, il Ministero del Lavoro, dopo l’intervento dell’assessore regionale Corrado Gabriele, ha assunto l’impegno di prorogare la mobilità per tutti i lavoratori per i quali è prossima la scadenza dell’ammortizzatore sociale. Un risultato raggiunto dopo continue riunioni alla Regione Campania, tra il sindaco Giosuè Starita, l’assessore alle Attività Produttive, Antonio Gagliardi, il capo staff della Presidenza della Giunta regionale, Guglielmo Allodi, il presidente della Tess, Leopoldo Spedaliere, e le organizzazioni sindacali. Risolta, o quasi, la questione della proroga della mobilità, ora l’attenzione è concentrata sulla delibera che a breve dovrà approvare la Giunta regionale relativamente allo stanziamento dei fondi per il sostegno alle imprese ed ai lavoratori dell’area torrese-stabiese. Secondo quanto anticipato da Allodi, il finanziamento ammonterebbe a 14 milioni di euro, ripartiti a metà tra aiuti alle imprese e ai lavoratori estromessi dal ciclo produttivo. «E’ un buon risultato - commenta l’assessore Gagliardi -, frutto di una concertazione tra tutti i soggetti istituzionali e sindacali. Ma non dobbiamo dimenticare che l’obiettivo di questa amministrazione è quello della ricollocazione dei lavoratori all’interno della filiera produttiva». Risolto un problema, però, ecco che se ne presenta sùbito un altro: la richiesta di lavoro da parte del neonato comitato di disoccupati “Il futuro di Torre Annunziata”. L’assessore Gagliardi, ad appena due mesi dalla sua nomina, si è trovato anche questa “patata bollente” tra le mani. Nel penultimo Consiglio comunale sul tema dell’occupazione, hanno preso la parola i rappresentanti di questo movimento, chiedendo a gran voce un lavoro dignitoso per poter sostenere le loro famiglie. Nell’ambito della seduta, l’Assise cittadina assunse l’impegno di stilare un documento politico in cui tra i punti salienti dello stesso vi fosse un tavolo di concertazione tra l’amministrazione e gli Assessorati regionali al Lavoro e alle Attività Produttive. «Proprio oggi (mercoledì scorso, ndr) mi sono incontrato con l’assessore regionale al Lavoro, Corrado Gabriele - continua Gagliardi - al quale ho sottoposto la grave situazione economico-sociale in cui versa la città di Torre Annunziata. Ho chiesto che nella delibera di giunta regionale in preparazione, venga inserito uno stanziamento di fondi indirizzato al sostegno dei disoccupati torresi attraverso progetti di utilità sociale. Ho trovato piena disponibilità da parte sua. Gabriele ha assunto l’impegno di inserire nell’atto deliberativo una posta in bilancio da trasferire poi alla società di promozione e di sviluppo locale Tess-Costa del Vesuvio, per la elaborazione dei progetti». Soddisfazione del primo cittadino Giosuè Starita: «L’impegno assunto dall’assessore Gabriele è la riprova - sottolinea - dell’attenzione che la Regione Campania ha nei confronti del nostro territorio». Non bisogna dimenticare che si tratta, comunque, di una soluzione temporanea in attesa che i tanto decantati progetti per la creazione di centinaia di posti di lavoro vadano finalmente in porto. F.M. BORRELLI (Dal periodico TorreSette di venerdì 11 dicembre 2009)