A cura della Redazione
Rifiuti, i commercianti si ribellano: serrata e protesta Serrata dei commercianti a Torre Annunziata per protestare contro l’emergenza rifiuti. Ore 18.30: saracinesche abbassate sulle quali campeggia la scritta "vergognatevi" e tutti in strada per manifestare. Luogo di raduno piazza Cesaro dove circa cinquecento tra cittadini ed esercenti hanno pacificamente occupato la sede stradale bloccando il traffico veicolare su corso Umberto I. “Questa manifestazione di protesta è stata organizzata – sostiene un commerciante – per sensibilizzare le istituzioni circa il grave disagio che sta subendo la categoria a causa dell’insopportabile emergenza rifiuti. Non è possibile – continua – che il Comune ha provveduto a ripulire il piazzale antistante lo stadio Giraud per permettere domani lo svolgimento del mercato settimanale, mentre noi soffriamo ogni giorno sempre più”. La manifestazione ha fatto registrare attimi di tensione quando sono stati capovolti alcuni cassonetti con spazzatura ed alberelli di Natale sparsi per strada. Gesti gratuiti ed inopportuni da cui gli stessi commercianti hanno preso le distanze. Per domani si prevede un’altra giornata calda. Gli esercenti torresi, infatti, sono intenzionati a bloccare lo svolgimento del mercato settimanale che dovrebbe riaprire dopo lo stop di venerdì scorso.