A cura della Redazione
Savoia bello e sfortunato: pari a Catanzaro. Tre espulsioni tra i bianchi Un buon punto per il Savoia a Catanzaro. I bianchi, reduci da tre sconfitte consecutive, impattano 1-1 al "Ceravolo", dopo un primo tempo concluso meritatamente in vantaggio. L´arbitro Serra di Torino ci mette del suo, penalizzando oltremodo i torresi con un penalty (discutibile) e tre espulsioni. Ma il Savoia del neo tecnico Ugolotti, alla "prima" sulla panchina dei bianchi, ha mostrato carattere e bel gioco per larghi tratti del match. Il primo tempo è un monologo del Savoia, che va in vantaggio al 15´ con Del Sorbo, che raccoglie di testa un bel cross dalla destra di Sanseverino. L´attaccante si ripete al 21´ con una girata ben parata da Scuffia. Al 24´ è Scarpa a sfiorare il raddoppio con uno splendido tiro a giro che sfiora il palo alla sinistra di un immobile Scuffia. La manovra di bianchi è fluida e ben orchestrata. Ugolotti applica un pressing asfissiante già dalla trequarti dei calabresi, che non riescono a rendersi in pratica mai pericolosi. Al 34´ è ancora Del Sorbo, semplicemente scatenato, a rendersi pericoloso. Il suo tiro viene deviato in angolo da un difensore e si spegne a lato di un soffio. Si chiude il primo tempo 1-0 per i torresi, che avrebbero meritato almeno il raddoppio. Nella ripresa, il Catanzaro, non pervenuto nei primi 45 minuti, parte all´attacco. Dopo appena due minuti azione pericolosa di Pagano che calcia in piena area a botta sicura ma il suo tiro viene respinto da Calzi, che si immola letteralmente venendo colpito al fianco. Al 53´ Calzi subisce la prima ammonizione. Al 56´, tacco in area di Ilari, la palla va sul braccio di un difensore torrese ma per l´arbitro il tocco è involontario. Al 65´ il pareggio del Catanzaro: fallo in area di Sirigu su Kamara, pronto a battere a rete da posizione defilata. Per il direttore di gara è rigore ed espulsione del difensore. Vibranti le proteste del Savoia. Dal dischetto lo stesso Kamara non sbaglia: è 1-1. La tensione in campo sale e al 70´ Sanseverino, tre minuti prima sostituito da Checcucci, inveisce contro la terna arbitrale e così viene espulso dalla panchina. Al 76´, secondo, discutibile cartellino giallo per Calzi: il Savoia resta in nove uomini. Ugolotti si copre e sostituisce Scarpa con Verruschi. All´83´ Cipriani prende il posto di uno stanco Del Sorbo. I minuti finali sono un continuo forcing dei padroni di casa che, approfittando della doppia superiorità numerica, cercano di portare a casa l´intera posta in palio. Santurro diventa il protagonista assoluto. Due suoi interventi nel finale, uno dei quali nel primo dei quattro minuti di recupero concessi, salvano il risultato. Un punto che fa classifica e morale. Ugolotti è partito col piede giusto. Tre espulsioni e una direzione di gara scandalosa non sono riusciti a piegare il Savoia che porta a casa un punto pesante. LE FORMAZONI Catanzaro: Scuffia; Daffara, Rigione, Ferraro, Squillace; Maiorani, Motorini (dal 92´ Pacciardi), Ilari (dall´88´ Martignago); Pagano, Kamara, Barraco. A disp. Bindi, Di Chiara, Ricci, Cinquegrana, Pacciardi, Martignago, Yeboah. All. Moriero Savoia: Santurro; Cremaschi, Rinaldi, Sirigu, Sabatino; Malaccari, Calzi, Gallo; Sanseverino (dal 67´ Checcucci), Del Sorbo (dall´83´ Cipriani), Scarpa (dall´80´ Verruschi). A disp. Falcone, Verruschi, Checcucci, Sevieri, Di Piazza, D´Appolonia, Cipriani. All. Ugolotti Ammoniti: Del Sorbo, Calzi (S); Barraco, Kamara (C). Espulsi: Calzi (doppia ammonizione), Sirigu (fallo da ultimo uomo in area) e Sanseverino (S), quest´ultimo dalla panchina.