A cura della Redazione
Maratona "Oplonti Mare Memorial Paolo Borrelli", un successo straordinario Oltre 500 iscritti, 462 atleti giunti al traguardo, 45 società sportive partecipanti. Sono i numeri più che lusinghieri della prima edizione della maratona “Oplonti Mare - Memorial Paolo Borrelli”, gara podistica di dieci chilometri svoltasi domenica scorsa sulle strade di Torre Annunziata. L’evento, organizzato dall’Associaizone Podistica Oplonti, ha riscosso un enorme successo tra gli appassionati accorsi da tutta la Campania. In quella stessa giornata, il 14 ottobre, si sono corse altre due gare nella nostra regione, la “Spaccanapoli” e la “Benevento di Sera”, e nonostante ciò la maratonina oplontina ha raggiunto il più ampio numero di partecipanti. La gara, partita dalla litoranea Marconi, è poi proseguita lungo un percorso che ha portato gli atleti ad attraversare la zona nord e sud della città. Un modo per riscoprire anche le tante bellezze culturali e paesaggistiche che offre Torre Annunziata. All’aspetto puramente agonistico della competizione, si è aggiunta infatti la sua valenza sul piano sociale. «Abbiamo voluto sensibilizzare le persone alla salvaguardia dell’ambiente e del territorio - ha spiegato soddisfatto il presidente della Podistica Oplonti, Francesco Turriziani -. L’Oplonti Mare è stata un successo proprio perché caratterizzata da un obiettivo che va al di là del semplice evento sportivo. La nostra associazione da anni è impegnata su temi ambientali e stiamo lavorando, insieme alla Rete dei Comitati Vesuviani per organizzare una maratona nel Parco Nazionale del Vesuvio, devastato dalle discariche e da politiche ambientali scellerate». Perfetta l’organizzazione dell’evento, grazie soprattutto ai tanti volontari che si sono prodigati per la riuscita della maratona. Un successo anche la raccolta di firme per “I Luoghi del Cuore”, iniziativa del FAI a sostegno del patrimonio paesaggistico italiano. Tante le persone che hanno sottoscritto l’appello del Fondo Ambiente Italiano, ed hanno espresso le loro preferenze per gli Scavi di Oplonti piuttosto che per Capo Oncino o lo scoglio di Rovigliano. Insomma, una bella giornata di sport ed impegno sociale. «E’ stata un grande emozione - prosegue Turriziani -. Ringrazio tutti coloro che hanno reso possibile l’organizzazione dell’evento, dallo speaker Marco Cascone agli sponsor. E, naturalmente, tutte le Associaizoni che hanno accolto il nostro invito. Nel nostro piccolo cerchiamo di diffondere il nome di Torre Annunziata per i suoi aspetti positivi. Crediamo di esserci riusciti. L’ottima riuscita della manifestazione ci sprona ad andare avanti e a preparaci per l’appuntamento del prossimo anno». Sul piano prettamente sportivo, Jawad Souigra, dell’Associazione Podistica Il Laghetto, si è aggiudicato la vittoria nella categoria SM, mentre Abdelouhab El Mouaddine (Tifana Runners Caserta) è giunto primo al traguardo tra gli MM40. Giuseppe Angelillo (Nakaios Club Gragnano) ha vinto nella categoria MM45. Pasquale Cirillo dell’Hinna si è aggiudicato il primo posto tra i PM, Gianluca Villano (Atletica Scafati) tra gli MM35. Tra le donne, successi per Filomena Palomba (categoria SF), Maria Anastasia Grimaldi (categoria MF35), Anna Lambiase (MF50), Adriana Scognamiglio (MF45). Il primo atleta torrese giunto al traguardo, tra gli MM 50, è stato Etelberto Ziveri del Movimento Sportivo Bartolo Longo. Per lui, il premio consistente in un weekend per due persone offerto dall’agfenzia viaggi Sylva Mala di Trecase. Tra le società, premiate le prime cinque: l’Associazione Podistica Il Laghetto, che ha partecipato con il maggior numero di atleti, ben 81, l’ASC Erco Sport, l’Atletica Scafati, l’Amatori Atletica Frattese e il Movimento Sportivo Bartolo Longo. Quindicesima (su quarantacinque) in graduatoria la Podistica Oplonti con i suoi sette atleti. Questi, però, sono solo alcuni dei vincitori, l’elenco è davvero lungo. In ogni caso, ciò che più conta, e che oltre 500 persone abbiano vissuto un’intensa giornata di sport e di impegno civile. DOMENICO GAGLIARDI Foto da www.podistidoc.com