A cura della Redazione
Primo maggio, boom di visitatori ai siti archeologici vesuviani Ha riscontrato grande successo l’iniziativa del Ministero dei Beni Culturali di consentire l’ingresso agli scavi di Pompei e negli altri siti archeologici vesuviani al prezzo simbolico di un euro. Difatti, grazie anche alla bella giornata, sono stati oltre 20 mila (20.235) i visitatori che hanno affollato il sito archeologico pompeiano martedì 1 maggio. Quindi, con quasi 15 mila presenze in più rispetto all’anno scorso, e 7 mila in più rispetto al 2010. In questo modo è stato ribaltato il risultato parzialmente negativo del weekend di Pasqua e Pasquetta, dimostrando che in questo periodo sono ancora le gite fuori porta (prevalentemente di origine regionale) a determinare una buona percentuale delle visite. Il boom di visite ha visto garantita per l’occasione anche l’apertura delle domus normalmente visitabili solo a rotazione, a causa della mancanza di un numero sufficiente di custodi a tenerle aperte in permanenza. Molte le visite alle Terme Stabiane, riaperte di recente dopo il restauro della sezione femminile. Si tratta dell´edificio termale più antico della città (II sec. a.C.), costruito su un impianto precedente del IV-III secolo a. C.. E´ suddiviso in una sezione maschile ed una femminile e presenta la classica ripartizione in frigidarium (sala con vasca per il bagno freddo), apodyterium (spogliatoio), tepidarium (sala tiepida), caldarium (sala per il bagno caldo) e fornaci (per produrre calore). E’ dotato di raffinate decorazioni in stucco policromo, con soggetti mitologici. Oltre a Pompei, sono state registrate affluenze significative anche negli altri siti dell´area vesuviana, in particolare a Ercolano che ha registrato circa 3.500 visitatori, il doppio dello scorso anno e oltre il quadruplo del 2010. La tendenza di privilegiare le visite dei siti di cultura conferisce qualche segnale, che bisognerà ancora approfondire, sulle preferenza dei campani (e degli italiani in genere) in tema di vacanza in questo periodo di crisi. Il grande successo del sito archeologico di Pompei si conferma anche per la “Notte dei Musei”, manifestazione in occasione della quale, il prossimo 19 maggio, sarà possibile visitare, solo su prenotazione, le Terme suburbane, che ha già registrato il tutto esaurito. MARIO CARDONE