A cura della Redazione
Bonifica da amianto in via Plinio, appello del MeetUp Amici di Beppe Grillo Ha tenuto banco, seppur senza nessun risultato effettivo, nell’ultimo consiglio comunale svoltosi prima delle festività pasquali, la questione relativa alla rimozione dei cumuli di materiale inquinante (per buona parte amianto) non adeguatamente protetto ed esposto alle intemperie, ubicato nei pressi di via Plinio. In particolar modo, all’ordine del giorno della seduta tenutasi a Palazzo Criscuolo, vi era la proroga dell’accordo di programma “Pompei 2000”, per un tanto agognato recupero delle aree dismesse ex Tecnotubi-Vega. Da tempo la società Pompei 2000 S.p.a. aveva preso l’impegno di rimuovere il materiale inquinante ma i soliti cavilli burocratici ed una gestione all’”acqua di rose” da parte dell’amministrazione comunale oplontina, avevano più volte fatto rinviare questo importante adempimento. La situazione adesso è divenuta inaccettabile e bisogna assolutamente che si trovi una soluzione in tempi brevi per effettuare una bonifica quanto mai necessaria per la salute dei cittadini. Il Meetup Amici di Beppe Grillo vigilerà affinché un adempimento tanto importante venga portato a compimento nel più breve tempo possibile e soprattutto monitorerà tecnicamente le operazioni di dismissione in maniera tale che la salute e la sicurezza dei cittadini vengano preservate. Quel che lascia interdetti è la lentezza con la quale, lasciandosi fagocitare dalla “macchina burocratica”, si sia tralasciata una questione tanto importante. Ogni giorno perso ha rappresentato e continua a rappresentare un attentato alla salute dei cittadini. Recenti dati epidemiologici sull´aumento del numero di casi tumorali attesi in alcune aree della nostra città, avvalorano la nostra enorme preoccupazione. Secondo gli accordi restano meno di 90 giorni per portare a compimento l’operazione. Dopo tale periodo il nostro Meetup intraprenderà azioni sociali e legali utili alla salvaguardia della tutela della salute pubblica. Deve essere priorità assoluta, per ogni cittadino dotato di una minima coscienza civile, essere informato in merito ad un problema tanto grave ed agire di conseguenza. Auspichiamo che l’amministrazione comunale, così come la società Pompei 2000, tengano fede alla parola data. Dal canto nostro, sempre dalla parte dei cittadini, staremo con “Il fiato sul collo” dell´amministrazione Starita. Un cittadino informato è un cittadino sovrano. MEET UP AMICI DI BEPPE GRILLO TORRE ANNUNZIATA-OPLONTI