A cura della Redazione
Notte Bianca e solidarietà, la nota del gruppo scout Torre Annunziata Pubblichiamo la nota del gruppo scout Torre Annunziata, e relativa alle iniziative di solidarietà intraprese in occasione della Notte Bianca svoltasi nella città oplontina il 23 dicembre scorso. Cogliendo l’occasione per fare gli Auguri di Natale a tutta la cittadinanza, vogliamo sottolineare l’importanza e l’affetto che si è generato nei nostri confronti prima e durante l’attività che abbiamo svolto durante la “Notte Bianca” nei pressi del Santuario dello Spirito Santo. Vogliamo ringraziare prima di tutto Don Pasquale Paduano, nostra guida spirituale scout, che ci ha consentiti di poter usufruire dello spazio antistante il Santuario e che ci ha spinti durante tutta l’iniziativa senza il suo appoggio non sarebbe stato possibile tutto ciò, guide come Don Pasquale sono certezza per un gruppo come il nostro. Ringraziamo, inoltre, l’amministrazione comunale, il sindaco e gli assessori che si sono resi protagonisti di questo bellissimo evento in particolar modo l´assessore Raffaella Celone, Francesco Savarese e Carlo Iavarone che molto hanno creduto nella nostra attività di beneficenza. Per ultimo, non per ordine d’importanza, ci teniamo a sottolineare la possibilità che ci è stata offerta in special modo dalle società private che hanno gestito l’organizzazione, salutando con affetto il nostro desiderio di inserirci nell’organigramma dell’evento e della festa; senza di loro sicuramente non saremmo qui a parlare del ricavato che andrà alla mensa dei poveri. Ricordiamo a tutti, per chi non ci ha potuti vedere, che la nostra attività era totalmente a scopo benefico ed il ricavato andrà interamente alla mensa dei poveri “Don Pietro Ottena”. Per trasparenza rendiamo noto il ricavato della festa che ammonta a 395 euro al netto delle spese ed inoltre abbiamo donato da subito tutto quello che è rimasto dalla vendita, materie prime, come carne e pane che noi stimiamo attorno ai 100 euro; per un totale quindi di 500 euro fra soldi e materie prime. L’importanza e la rilevanza dell’attività durante la notte bianca ci ha consentito di farci vedere e di ricordare ancora una volta che le iscrizioni al gruppo scout sono sempre aperte. Tutti i bambini dagli 8 agli 11 anni entreranno a far parte dei lupetti è da lì che si inizia il vero percorso scout, non fatto solamente di pantaloncini corti e foulard ma anche di tende, chiari di luna, l’odore dei verdi paesaggi e l’imponenza di montagne e dei mari che ci accompagnano durante i nostri campi; durante tutto questo percorso, che noi chiamiamo formazione, diamo importanza alla crescita educativa-valoriale potenziando talvolta capacità creative, manuali e tecniche di ogni singolo ragazzo potenziandolo al meglio. L’associazione guide e scout cattolici italiani – il gruppo T.A. I