A cura della Redazione
Torre del Greco. Nuova bretella autostrada-via del Monte Una deroga al patto di stabilità per realizzare la bretella che dal casello autostradale porta fino alla zona di via Del Monte. È la proposta avanzata dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Ciro Borriello, e sulla quale c’è stata una positiva apertura del ministro per gli Affari regionali e per le autonomie, Maria Carmela Lanzetta. Ieri, giovedì 13 novembre, una delegazione dell’amministrazione comunale ha incontrato il ministro. A rappresentare il sindaco Ciro Borriello c’erano l’assessore al Bilancio Ciro Accardo e il capo di gabinetto del primo cittadino, Luigi Pepe. “L’apertura del ministro – fa sapere Pepe – ci lascia ben sperare per la possibile realizzazione della bretella”. Con il ministro, la delegazione del Comune di Torre del Greco ha infatti parlato dell’importanza della realizzazione di questa opera: “Si tratta – spiega infatti Accardo – di una infrastruttura strategica per la viabilità cittadina, ma soprattutto utile a meglio fronteggiare eventuali emergenze legate agli aspetti di protezione civile. Per importanza e per urgenza, la bretella di collegamento con la zona del casello autostradale è stata inserita tra le opere prioritarie della nostra amministrazione”. Un intervento per il quale i fondi (il costo complessivo sfiora i 16 milioni di euro) sono già presenti nel bilancio comunale come avanzi di cassa. Ma senza una deroga al patto di stabilità, questi soldi non possono essere impegnati e quindi la realizzazione dell’intervento non può partire. Al ministro Lanzetta la rappresentanza del Comune di Torre del Greco ha consegnato un approfondito dossier nel quale, oltre a inserire il progetto definito dell’opera in questione, sono state ripercorse tutte le tappe di una vicenda che si trascina ormai da anni: “Ci siamo aggiornati a circa due settimane – afferma Luigi Pepe – non prima però di avere inviato altra documentazione all’attenzione del ministro e dei tecnici preposti. In particolare, nei prossimi giorni faremo arrivare ai funzionari del Ministero degli Affari regionali e delle autonomie il cronoprogramma degli interventi e quello relativo agli impegni di spesa”. L’incontro di ieri nasce dall’impegno preso dalla stesso ministro e dai suoi collaboratori in occasione del summit promosso con i sindaci e i rappresentanti Anci alcune settimane fa. In quella occasione si è infatti avviata una collaborazione che oggi potrebbe permettere di sbloccare una delle opere considerate strategicamente più importanti per la quarta città della Campania: “Abbiamo apprezzato – è il commento di Ciro Accardo – l’apertura fatta dal Governo alle problematiche degli enti locali del Sud. In questo caso, riteniamo che sia stato fondamentale proprio l’apparto del ministro Maria Carmela Lanzetta, che è stata in passato sindaco di un piccolo comune della provincia di Reggio Calabria, Monasterace. Questo ha permesso al ministro di meglio calarsi nelle difficoltà gestionali degli enti locali, specie di quelli che si trovano nel Mezzogiorno d’Italia”. Sulla stessa lunghezza d’onda il capo di gabinetto del sindaco: “Occorre dare atto – è il commento di Pepe – della massima disponibilità mostrataci dal ministro Lanzetta, conseguenza più immediata di quanto già palesato in occasione dell’incontro alla Camera promosso dall’Anci. Il ministro ha subito risposto positivamente e con estrema celerità alla nostra richiesta di incontro”. Se tutto dovesse andare per il meglio, già l’anno prossimo l’amministrazione comunale potrebbe promuovere il bando per appaltare i lavori di realizzazione della bretella che dalla zona di via Sant’Elena, a ridosso dell’uscita del casello autostradale, porterà fino all’area di via Del Monte: “Pezzo più importante – è l’ultima considerazione dell’assessore al Bilancio – di quella strada pedemontana che nelle intenzioni dell’amministrazione dovrebbe cambiare le abitudini degli automobilisti torresi, permettendo in particolare di decongestionare il traffico lungo via Nazionale”.