A cura della Redazione
Servizi di prima infanzia, più posti per asilo nido e ludoteca Una vera e propria rivoluzione nei servizi destinati alla prima infanzia nei Comuni dell´Ambito N30. Questa mattina, nella sala "D´Alessio-Visone" dell´Ufficio di Piano in via Parini a Torre Annunziata, è stato presentato il Piano dei servizi offerti ai cittadini dei quattro Comuni vesuviani facenti parte dell´Ambito: Torre Annunziata, Boscoreale, Boscotrecase e Trecase. Il dirigente Porfido Monda ha illustrato il piano di sviluppo delle attività che, a partire dal mese di ottobre, amplieranno sensibilmente l´offerta per gli utenti. A Torre Annunziata, la ludoteca per la prima infanzia accoglierà, dall´aprile 2015, al primo piano della struttura dell´ex scuola media "Manzoni", ulteriori venti bambini dai 6 ai 36 mesi residenti nella città oplontina e a Trecase, che si aggiungono ai trentacinque che saranno inseriti ad ottobre prossimo ed ai trenta di età compresa tra i 12 e i 36 mesi. Tutti potranno usufruire del servizio di baby trasporto che sarà messo a disposizione dei genitori. Mentre a Boscoreale, in via De Falco, sorgerà, dall´aprile 2015, accanto alla ludoteca (che ospiterà da ottobre venticinque bambini e ad aprile ulteriori trenta), l´asilo nido per trentatrè piccoli residenti a Boscoreale, Boscotrecase e Trecase. Particolarmente significativi gli investimenti a Torre Annunziata, dove l´asilo nido comunale, dagli attuali venticinque posti disponibili, passerà a settantacinque, con un primo step di inserimento ad ottobre ed un secondo ad aprile del prossimo anno. Il tutto, reso possibile dai fondi stanziati dai Comuni e dalla Comunità Europea. Per un totale di 1,5 milioni di euro di risorse investite, di cui 800 mila destinati ai servizi e 700 mila ai lavori per la manutenzione ed il miglioramento delle strutture. Per Giosuè Starita, sindaco di Torre Annunziata (Ente capofila dell´Ambito N30) si tratta di un «risultato straordinario, che dimostra quanta attenzione venga dedicata al mondo dell´infanzia ed alla tutela di questa fasce più debole e vulnerabile della popolazione. Ringrazio il dott. Monda ed il personale dell´Ufficio di Piano - ha concluso il primo cittadino - per il lavoro profuso». Giuseppe Balzano, sindaco di Boscoreale, ha parlato di «importante sinergia e coesione tra i Comuni per garantire un servizio fondamentale alla collettività». Agnese Borrelli, a capo dell´Amministrazione comunale di Boscotrecase, ha elogiato «l´ottimo lavoro svolto dall´Ufficio di Piano con il supporto della politica. Verificheremo in itinere le eventuali problematiche che potrebbero sorgere e che le attività si svolgano regolarmente». Infine, Raffaele De Luca, sindaco di Trecase, ha annunciato che la sua Amministrazione sta vagliando la possibilità di istituire una sede dell´asilo nido anche nella piccola cittadina vesuviana, in modo da venire incontro alle richieste delle famiglie trecasesi. «A breve verrà pubblicato il bando per definire le graduatorie degli aventi diritto», ha spiegato Monda. Il dirigente ha poi assicurato che il 15 settembre, le attività dell´asilo nido comunale di Torre Annunziata "Il Batuffolo" partiranno regolarmente. DOMENICO GAGLIARDI