A cura della Redazione
Rischio Vesuvio, il M5S: «Ritardi del Comune sul Piano di Protezione Civile» Il MoVimento 5 Stelle Torre Annunziata lancia l´allarme: l´Amministrazione comunale ancora deve attivarsi per l´ottenimento dei fondi relativi all´adeguamento ed aggiornamento del Piano di Protezione Civile. Le risorse, 75 mila euro per la città oplontina, sono state stanziate dalla Regione Campania, ed il prossimo 4 aprile scadrà il termine per presentare la richiesta di finanziamento. Il Piano di Protezione Civile prevede, in sostanza, le misure da adottare in caso di rischio sismico, vulcanico, idrogeologico del territorio. «Al momento - scrivono i grillini -non ci risulta che l’Amministrazione si sia attivata, ma speriamo che le nostre sollecitazioni siano sufficienti a non far decadere inutilmente i termini per la richiesta. E’ sufficiente una semplice domanda!». Il M5S punta il dito anche contro la Regione, rea di essersi adeguata in ritardo rispetto a tale questione. «Allo stato attuale - si legge ancora nella nota -, la Regione Campania registra solo il 39% dei Comuni già dotati di un piano di emergenza, un dato che ci colloca ancora una volta tra le regioni meno virtuose (è il peggior dato in Italia) e la circostanza ancora più grave è che la Campania è l’unica regione a Statuto Ordinario a non aver indicato al Dipartimento Nazionale di Protezione Civile i nomi dei comuni che hanno un Piano. Il Piano di Emergenza del nostro Comune non solo è obsoleto - continua il Movimento 5 Stelle Torre Annunziata - ma non è mai stato testato né reso pubblico, il che è allarmante tenuto conto del fatto che Torre Annunziata è ritenuto uno dei comuni più vulnerabili al mondo con riferimento specifico al rischio vulcanico. E’assolutamente indispensabile, dunque, mettere in campo tutte le energie per scongiurare la perdita di finanziamenti che assumono un’importanza vitale per le popolazioni che ricadono nella Zona Rossa. Forse qualche amministratore di buona volontà non lascerà decorrere i termini per afferrare questa opportunità importantissima per la comunità».