A cura della Redazione
Terra Madre Day al Parco Cristo Re di Torre Annunziata: mangiar sano e... locale I presidi del "mangiar bene e sano" a Torre Annunziata. Da alcuni giorni, nella nostra città, è stata avviata l´iniziativa "Terra Madre Day" promossa dall´associazione Verso Sud e da Slow Food Vesuvio, che coinvolge gli studenti delle scuole scuole torresi, protagonisti di incontri con agricoltori e chef. L´intento è quello di diffondere, anche tra le giovani generazioni, la pratica del buon cibo, utilizzando prodotti biologici delle nostre terre controllati all´origine. Tra le varie iniziative rivolte ai cittadini, segnaliamo il mercato del pesce fresco domenica mattina, a cura di Antonio Setaro, il concerto jazz swing di sabato che vedrà protagonisti Igor Di Martino, Germano Baccaro, Girolamo Scarpa, Luciano Sannino e la voce di Roberta Nasti. Domenica mattina, lo spettacolo musicale della banda del Liceo Pitagora-Croce. Tutti questi appuntamenti avranno come location il Parco ex Cristo Re, in cui verranno allestite un´area degustazione a cura delle cucine dell’Istituto Graziani, con assaggi di prodotti con Mozzarella di Bufala Campana DOP, Street Food con verdure biologiche e pesce freschissimo del nostro mare, e la Cassata Oplontina. Inoltre, dal 9 dicembre, in collaborazione con l´Asso Commercianti di Torre Annunziata, saranno esposte nei negozi della città le realizzazioni artistiche degli studenti del "de Chirico" dal tema "Food for Thought". Gli studenti del Liceo "Pitagora-Croce" hanno elaborato, inoltre, un impegnativo e innovativo Decalogo dei Diritti e della Cittadinanza" che presenteranno durante la due-giorni del Terra Madre Day nel Parco Cristo Re, e che sarà il tema del convegno di martedì 10 cicembre che si terrà nell’aula magna della scuola di via Tagliamonte. Tanti, poi, i ritoratori torresi che hanno aderito all´evento: La Rampa del Porto, ´a Purtecella, Gika e Massè esporranno la locandina e proporranno nel menù per tutto il mese almeno una pietanza o pizza realizzati con i prodotti del Presidi Slow Food.