A cura della Redazione
Disinquinamento fiume Sarno, salta incontro al Comune di Torre Annunziata «Martedì scorso è saltata la riunione tecnica presso il Comune di Torre Annunziata per l’assenza dell’Amministrazione provinciale di Napoli. L´incontro serviva ad autorizzare i lavori della Gori e dell’Ato Sarnese Vesuviano finalizzati ad intercettare l’alveo Penniniello all’altezza di via Bottaro e portare i reflui, che sono in gran parte neri, all’impianto di depurazione di Castellammare di Stabia» E´ critica la Rete Faro del Sarno del Partito Democratico, che in una nota parla di «vicenda assurda che riguarda la Provincia di Napoli». Paolo Persico, responsabile della Rete Faro del Sarno del Pd, parla di «un lavoro semplice, già finanziato, che consentirebbe di ridurre il carico inquinante sul mare di Torre Annunziata. Infatti l’alveo Penniniello,nel tempo si è trasformato in una vera e propria fogna dove confluiscono gli scarichi provenienti da molti alloggi di Boscoreale e dalla parte confinante di Torre Annunziata, sfociando poi nel canale Bottaro che sfocia sulla costa di Rovigliano. Inspiegabilmente -attacca Pesico - la Provincia sta ostacolando questi lavori con assenze e ritardi ingiustificati. In questi mesi, con l’allacciamento al depuratore di Castellammare di Stabia delle fogne di Torre Annunziata, Boscotrecase e Trecase, vi è stato un significativo passo in avanti per la salute del mare di quel tratto di costa. La Provincia di Napoli, in questi anni, è stata latitante sul tema della tutela dell’ambiente e del mare in particolare. Solleciteremo, tramite i consiglieri provinciali d’opposizione, l’Amministrazione provinciale, guidata a tempo parziale da Antonio Pentangelo, a fare la propria parte con efficienza. Anche il Comune il Torre Annunziata deve essere più incalzante ed efficace per costringere la Provincia a fare il proprio dovere», ha concluso Persico.