A cura della Redazione
L´assessore Stanzione telefona al carabiniere Negri: «Spero di tornare a Torre» L´assessore alla Cultura del comune di Torre Annunziata, Luisa Stanzione (foto), ha telefonato a Francesco Negri, carabiniere scelto di Torre Annunziata. Il militare, lunedì scorso, è stato ferito insieme ad un collega mentre si trovava in servizio a Palazzo Chigi. Luigi Preiti, 49enne di Rosarno, ha esploso diversi colpi di pistola all´indirizzo dei due uomini dell´Arma, ferendo alle gambe Negri e colpendo al collo Giuseppe Giangrande, 50 anni. Quest´ultimo versa in gravi condizioni, avendo riportato lesioni al midollo spinale. «Sto bene. Il male fisico passa, le ferite guariscono ed io continuerò a fare il mio lavoro», ha detto Negri rispondendo alla telefonata dell´assessore. «Sono molto preoccupato per le condizioni del mio collega. Per quanto riguarda me, dopo l´intervento dovrò fare riabilitazione, ma spero di tornare presto a Torre Annunziata», ha aggiunto il carabiniere oplontino. La famiglia di Negri risiede in via Pascoli. «E´ stata una telefonata toccante e doverosa - spiega Luisa Stanzione -. Ho portato a Francesco i miei saluti e ovviamente anche quelli del sindaco e di tutta l´amministrazione comunale. Non è stato facile contattare la sua famiglia, ma tramite il cugino sono riuscita ad ottenere il numero di cellulare del padre. Ho provato una grandissima gioia, poi, nell´apprendere che Francesco stava abbastanza bene e poteva anche intervenire personalmente al telefono con me. Mi sono sentita onorata. Spero davvero che torni presto a Torre Annunziata e che recuperi in tempi brevi la perfetta forma fisica».