A cura della Redazione
"M´illumino di meno", iniziativa all´Istituto "Alfieri" di Torre Annunziata Tutelate l’ambiente e il patrimonio naturalistico, oltre che storico e artistico, del nostro Paese, dovrebbe da sempre essere una tra le priorità, non solo politiche ma anche didattiche di ogni agenzia che si occupi di educazione e formazione delle nuove generazioni, e non solo. Un obiettivo ambizioso ma raggiungibile secondo il I° Istituto Comprensivo "Vittorio Alfieri" di Torre Annunziata che, quest’anno, ha attivato diversi percorsi che hanno come filo conduttore una maggiore consapevolezza ed utilizzo responsabile delle risorse energetiche, della tutela dell’ambiente e del territorio cittadino. La prima giornata ufficiale dedicata ai temi ambientali era stata quella del 21 novembre scorso, con l’adesione alla proposta lanciata da Legambiente, di cui l’istituto di via Gambardella è sostenitore, della "Festa dell’Albero" che, attraverso la messa a dimora di alcune piante e la semina di bulbi e semi, aveva visto coinvolti gli alunni delle classi prime della scuola secondaria di primo grado e la classe quarta A della primaria di via Caravelli. E’ stata proprio quest’ultima, accompagnata dalle docenti referenti Pina Alessandrella e Giusy Cuccurullo, a sottoscrivere l’invito lanciato da Caterpillar e Radio2 aderendo all’iniziativa “M’illumino di meno”, la celebre giornata del risparmio energetico. Si tratta, in realtà, di una festa a data mobile perché "M’Illumino di meno" è caduta nel venerdì più vicino al 16 febbraio, che è la data di entrata in vigore del Protocollo di Kyoto. Una sottoscrizione che per la scuola "Alfieri" si è tradotta da un lato nella creazione dello slogan “Smorz the light”, che ha riscosso il plauso dei presentatori del programma radiofonico durante l’intervista registrata il giorno 6 febbraio scorso da Pina Alessandrella, proprio su Radio 2, dall’altro nell’organizzazione di una serie di attività in orario scolastico aperte ai ragazzi della suola media e ai genitori. Quiz, suggerimenti e il decalogo delle buone abitudini, oltre al consueto invito ad aderire al simbolico “silenzio energetico” dalle ore 18.00 alle 19.30 in nome della sostenibilità, spegnendo monumenti, piazze, vetrine, uffici, aule e private abitazioni tra le proposte concrete presentate dai ragazzi. “Speriamo - hanno concluso le insegnanti - per l’edizione del prossimo anno di trovare un elettricista pazzo come noi che ci aiuti a collegare alla bicicletta di cui ci siamo servite quest’anno per mostrare ai ragazzi quanta fatica ci sia dietro l’interruttore, un accumulatore di energia”. Non ci resta che lanciare la sfida agli elettricisti nostrani! f. f. IL DECALOGO DI M’ILLUMINO DI MENO Buone abitudini per la giornata di M’illumino di Meno (e anche dopo!) 1. spegnere le luci quando non servono 2. spegnere e non lasciare in stand by gli apparecchi elettronici 3. sbrinare frequentemente il frigorifero; tenere la serpentina pulita e distanziata dal muro in modo che possa circolare l’aria 4. mettere il coperchio sulle pentole quando si bolle l’acqua ed evitare sempre che la fiamma sia più ampia del fondo della pentola 5. se si ha troppo caldo abbassare i termosifoni invece di aprire le finestre 6. ridurre gli spifferi degli infissi riempiendoli di materiale che non lascia passare aria 7. utilizzare le tende per creare intercapedini davanti ai vetri, gli infissi, le porte esterne 8. non lasciare tende chiuse davanti ai termosifoni 9. inserire apposite pellicole isolanti e riflettenti tra i muri esterni e i termosifoni 10. utilizzare l’automobile il meno possibile e se necessario condividerla con chi fa lo stesso tragitto.