A cura della Redazione
Via Sepolcri, i prossimi appuntamenti con il gruppo "Insieme per il Ponte" Nonostante il caldo e le vacanze noi non ci fermiamo! Abbiamo inseguito e incontrato autorità e cittadini, unito diversità, inviato lettere aperte, presentato esposti penali, sfilato in carovane automobilistiche e cortei silenziosi, offerto prove di democrazia, partecipazione, legalità; intendiamo continuare alla luce di questi valori e queste modalità di comportamento, facendo, non solo dicendo, rendendo concrete le nostre idee nella misura massima possibile per una comunità sociale. Adesso stiamo lottando per il Ponte, ma già stiamo pensando al prossimo obiettivo. Ecco un nuovo comunicato! Perché? Per fare il punto, rimandare alcune iniziative a settembre, ma soprattutto diffondere una notizia: poco fa il nostro simbolo, Giacomo Di Palma, ha comunicato che sono ripresi i lavori per il Ponte di via Sepolcri! Non ci entusiasmiamo! Sono solo quelli di contenimento del muro autostradale. Ed allora? Partiamo dalla novità degli ultimi mesi: il Tavolo regionale, costituito e presieduto dall’Assessore regionale ai Lavori Pubblici, Edoardo Cosenza, con la partecipazione, oltre alla Regione, del Commissariato Emergenza Sarno, del Settore Ciclo Integrato delle Acque, Anas, Società Autostrade Meridionali, sindaci di Boscotrecase e Torre Annunziata. In giugno il Tavolo ha deliberato progettazione, appalto, esecuzione dei lavori per collegare la fogna di Boscotrecase al nuovo collettore ed al depuratore, onde consentire la posa in opera del ponte metallico già posizionato nei pressi: il tutto entro l’inizio del 2012. Nelle settimane successive è stata predisposta e poi sottoscritta la relativa convenzione. Tutto risolto? Non ancora! Ecco perché il Gruppo “Insieme per il Ponte” ha vigilato e continua a vigilare, congiuntamente a tante associazioni e cittadini! Qualche risultato l’abbiamo conseguito, ma non ci fidiamo; vogliamo che le parole diventino fatti! Giacomo Di Palma, il nostro simbolo, assieme ad Antimo Erbetti, ieri ha trascorso ore al telefono per convincere la Società Autostrade e stamani ha potuto vedere con i suoi occhi alcuni operai lavorare sull’autostrada, sotto la sua casa, intrappolata dall’ex Ponte. Giacomo ha precisato che le opere in questione si sarebbero dovute eseguire dopo i lavori fognari, in quanto propedeutiche solo alla edificazione del Ponte; si è però ottenuto che il contenimento, che pure avrebbe richiesto circa un mese, avvenga prima e non dopo, diciamo durante. In sostanza si è guadagnato comunque una trentina di giorni. Inoltre Giacomo, la nostra forza, ha ottenuto dal Sindaco Borrelli l’impegno dell’affidamento dell’appalto fognario nei prossimi giorni e dell’inizio dei lavori nelle prossime settimane. Dopodiché, essendo già ultimati quelli murari, basterà posizionare il Ponte. Non siamo abituati a dare i numeri, quindi non indichiamo scadenze. Promettiamo però di piantonare con tutte le nostre energie i lavori e gli atti burocratici nonostante le ferie. Intanto va dato atto all’assessore regionale Cosenza di aver resuscitato persone, opere pubbliche, incartamenti, che giacevano in qualche armadio, e al Consigliere regionale Lello Sentiero di aver fatto del Ponte una delle sue priorità e di averci informato dei progressi della pratica. Ai due politici chiediamo di mantenere le promesse! E li imputiamo bonariamente di aver fatto saltare l’assemblea pubblica programmata per metà luglio, per non averci ancora riferito una data di loro gradimento. Ma entrambi sono precettati per settembre, quando all’assemblea saranno invitati come relatori anche i responsabili del Commissariato Sarno, del Ciclo Integrato Acque, Anas, Autostrade, sindaci Borrelli e Starita. Ad ognuno sarà chiesto cosa ha fatto e cosa intende fare. Ogni autorità assente sarà simboleggiata da una sedia vuota, per stigmatizzare il suo disinteresse per la vicenda. A settembre rilanceremo anche le iniziative giudiziarie civili, con i nostri avvocati, che gratuitamente vaglieranno class action, tavolo di conciliazione, cause individuali di risarcimento danni davanti al Giudice di Pace. Ci impegneremo ancora di più per il collegamento con i pulmini da via Sepolcri, lato Bosco, a Torre; incalzeremo i sindaci perché abbiano un ruolo più attivo per abbreviare i tempi, anche valutando la chiusura dei caselli autostradali. Tutto è in divenire, chiunque può aggiungersi, portare idee, proposte, azioni. Ricordiamo che il Gruppo ha su Facebook la page “Insieme per il Ponte”. Per tanti di noi è diventata un sorso di energia da gustare. Rivogliamo il Ponte! GRUPPO "INSIEME PER IL PONTE"