A cura della Redazione
Interact di Pompei, si accende una luce di speranza per i bambini "Accendi una luce di speranza per i bambini". Questo è il motto dell’anno 2010-2011 per l’Interact Club Pompei Oplonti Vesuvio Est. Un anno dedicato ai bambini. In linea con questo tema, è stata portata a termine con successo uno dei progetti del Club per l’anno in corso. I ragazzi dell’Interact, con il loro presidente Vanessa Desiderio e un divertentissimo Babbo Natale (interpretato dal socio Cristian Senatore) hanno distribuito nel pomeriggio di lunedì 20 Dicembre 2010, giocattoli, cioccolatini, palloncini ed allegria ai bambini del Centro “Bartolo Longo” di Pompei. “Basta veramente poco per far sorridere un bambino! Questa è la certezza che porteremo per sempre nei nostri cuori, impregnata dall’emozione che ha suscitato in noi la festosità dei loro volti nell’atto di scartare i regali, o la loro impazienza palesemente manifesta che il prossimo nome sulla lista di Babbo Natale fosse il proprio”. Presenti alla manifestazione, la Superiora Suor Marianeve e le altre Sorelle, le educatrici, le delegate Rotary per l’Interact Marialuisa De Francesco e Nives Neri, il presidente Rotaract Alessandra Afeltra, l’amica rotariana Maria Contaldo e il delegato del santuario Franco Fiorentino. Tutto questo è stato possibile grazie soprattutto all’impegno degli interactiani che hanno raccolto i fondi necessari per questa iniziativa allestendo un gazebo nella Piazza di Pompei, lo scorso 5 dicembre, mettendo in vendita “Candele natalizie” interamente realizzate dai ragazzi e ragazze del Club. Tale vendita, che molti turisti e cittadini hanno apprezzato in modo concreto, ha permesso di raccogliere più di quanto preventivato, tanto che, oltre ad aver comprato i giocattoli natalizi per i bambini del Centro Bartolo Longo, parte del ricavato – insieme a quello che si otterrà dalla vendita dei biglietti della nostra “Lotteria di Natale” attualmente in corso – sarà destinato per l’acquisto di un videoproiettore a favore della Parrocchia Santa Maria del buon Consiglio e S. Antonio di Torre Annunziata, per allietare le serate di bambini e anziani della relativa comunità. Un caloroso grazie va anche a tutti coloro che acquistando una candela hanno contribuito al nostro primo obiettivo. Vi rimandiamo all’anno prossimo per l’edizione 2011 di tale evento e ricordiamoci che accendere una candela aiuta ad accendere una luce di speranza sul nostro futuro. VANESSA E MARIA