A cura della Redazione
Mensa card, rivoluzione del pasto scolastico Dal prossimo 11 ottobre verrà attivato il servizio di mensa scolastica per i bambini della scuola d’infanzia e per gli alunni delle scuole primarie e secondarie di primo grado, che adotteranno il tempo prolungato. Per poter usufruire del servizio, è necessario iscriversi attraverso la compilazione di un apposito modulo da ritirare presso le segreterie delle scuole e l’Ufficio Pubblica Istruzione in piazza Nicotera (tel. 081.535.83.01), o scaricabile sul sito internet del Comune, sezione Servizi-Pubblica Istruzione. La domanda deve essere consegnata entro il 24 settembre 2010. Il servizio mensa è completamente informatizzato e funzionerà tramite la mensa card, utile per la prenotazione dei pasti. Si tratta di un tesserino elettronico, sperimentato lo scorso anno al II Circolo Didattico, ricaricabile con codice personale, rilasciato gratuitamente, che seguirà l’alunno per i successivi anni scolastici e ne registrerà tutti i dati personali, cioè la scuola, la classe, l’eventuale dieta prevista, la fascia tariffaria. La mensa card, che verrà rilasciata gratuitamente dall’Ufficio Pubblica Istruzione, contiene il numero dei buoni pasto corrispondente alla cifra con cui viene, di volta in volta, ricaricata. Inserendola nel lettore elettronico, situato all’ingresso della scuola, ogni giorno prima di entrare in classe, verrà prenotato automaticamente il pasto giornaliero e scaricato il buono pasto corrispondente. Chi ne è già in possesso dovrà recarsi all’Ufficio Pubblica Istruzione per l’aggiornamento dei dati. Chi, invece, ha una giacenza di vecchi buoni pasto cartacei, può allegarli alla domanda di iscrizione e la card sarà caricata di un equivalente numero di buoni pasto. EMANUELE SOFFITTO (dal periodico TorreSette di venerdì 10 settembre)