A cura della Redazione
Lo stato di abbandono di via Sepolcri nella denuncia di un cittadino Pubblichiamo una lettera di denuncia inviataci via mail da un cittadino torrese. La missiva ha ad oggetto lo stato di abbandono in cui versa via Sepolcri, la strada che di recente è stata riqualificata dal Comune. Una delle arterie principali della città, dal momento che conduce agli Scavi di Oplonti. Invio alcune foto sulla condizione odierna di Via Sepolcri, strada che è stata di recente oggetto di ristrutturazione e che permette l´ingresso ai turisti per la villa di Poppea. So che la colpa di questo scempio è solo di noi cittadini ma rivolgo un appello all´Amministrazione (di recente "ristrutturata") e alla Multiservizi affinché rimuovano l´immondizia (frigo compreso) dall´ingresso degli scavi, e magari decidano di spostare i cassonetti verso via Elena in modo da non proporre più questa scena ai, purtroppo, pochi turisti che visitano la nostra città. Le foto mostrano, inoltre, in che condizione pietosa sono gli arredi stradali, paletti divelti o imbrattati, alberi secchi e non potati, lampioni rotti, lampade da terra divenute pattumiera... paletti divenuti nicchie a cui vengono attaccati foto e fiori... mi chiedo a chi spetta risistemare il tutto? E perché nell´unica strada frequentata da turisti non v´è mai vigilanza? Una proposta: le due aule poste al piano superiore della proloco, di proprietà dalla Provincia ad uso dell´Istituto Graziani, non possono divenire una sede di una postazione fissa dei Vigili Urbani e l´altra sede dell´Ufficio Cultura del Comune? So che tutto è un´utopia e che nulla si farà ma in questa calda notte di agosto mi paceva sognare... Nella foto, quella che una volta era una lampada e che ora è diventata un ricettacolo di rifiuti Gennaro Balzano