A cura della Redazione
Zona Franca, i sindaci chiedono il ripristino del vecchio contratto Si sono incontrati stamattina a Roma, nella sede dell’Anci, i sindaci delle città italiane dove è prevista l’attivazione della Zona Franca Urbana. La riunione era stata convocata per ideare e coordinare azioni di recupero del contenuto originario delle agevolazioni riconosciute a queste aree con un regime speciale in materia di fisco e oneri previdenziali. Dall´incontro è scaturita la proposta dei 22 primi cittadini di emendare il decreto "milleproroghe" per eliminare gli effetti riduttivi dell´iniziativa ministeriale. «E´ quasi certo - afferma il primo cittadino Starita - che si ritorni alla vecchia formulazione del contratto di ZFU, nel quale sono contemplate sia le esenzioni fiscali che contributive. Su questa proposta c´è stata una trasversalità tra i sindaci anche di diverso schieramento politico. La Zona Franca Urbana partirà a marzo, con un qualche mese di ritardo rispetto alla data del 1 gennaio 2010, fissata lo scorso 28 ottobre a Roma dal ministro dello Sviluppo Economico, Claudio Scajola».