A cura della Redazione
Napoli - Rifiuti e Terra dei Fuochi, il piano di De Luca

«L'eliminazione delle ecoballe e la bonifica della Terra dei Fuochi sono il mio primo impegno a tutela della salute dei cittadini, per la salvaguardia dell'ambiente, per la ripresa dell'agricoltura e del turismo». 

Lo ha affermato Vincenzo De Luca, neo presidente della Regione Campania, a margine di un incontro informale avuto questa mattina con i sindaci di Villa Literno, Acerra, Castel Volturno, Parete, Calvizzano, Cardito, il vice sindaco di Qualiano, gli assessori di Villaricca e i consiglieri regionali Tommaso Casillo e Lello Topo.

«Abbiamo fatto una valutazione approfondita della situazione e definiremo a breve la metodologia di intervento più moderna con tempi certi e serrati: entro un mese si dovrà decidere tutto - ha proseguito De Luca -. No ad altri termovalorizzatori. Va costituito da subito un nucleo di controllo sanitario sui territori per dare serenità alle famiglie, e bisogna intervenire immediatamente sui roghi e sulla prima messa in sicurezza delle discariche esistenti. Non si dovrà perdere un minuto di tempo: le soluzioni - ha concluso - saranno illustrate ai cittadini entro il mese di giugno, sempre d'intesa con gli amministratori e le comunità locali».