A cura della Redazione
Lega Pro, Savoia sconfitto a Salerno. Sabato trasferta a Foggia Termina 2-0 il derby all´Arechi tra Salernitana e Savoia. Tanta Salernitana e poco Savoia. I bianchi patiscono l´assenza di un ariete d´area in grado di fare la differenza. In più le solite difficoltà difensive. Dopo tre pareggi consecutivi arriva una sconfitta, segno che serve una svolta urgente. Ritorno alle origini per mister Bucaro, che torna al suo caro 4-3-3. Novità di formazione importanti, spazio dal 1´ per Del Sorbo e D´Apollonia, con Sevieri che sostituisce l´infortunato Calzi. Tornano in panchina Gargiulo, Esposito e Corsetti. Maglia numero 18 per un contestatissimo Di Piazza, a cui il pubblico non ha perdonato il gesto di cui si è reso protagonista nel derby contro l´Ischia. Al 4´ primo tiro in porta del match con Volpe, bloccato in due tempi da Santurro. Al 9´ importante palla gol per il Savoia con Del Sorbo che serve D´Apollonia davanti al portiere ma la sua conclusione viene respinta da Gori. Gol mancato gol subito: ribaltamento di fronte, cross dalla sinistra di Pezzella per la testa di Nalini che, dimenticato dai difensori, insacca di testa. Si fa dura per gli uomini di Bucaro. Al quarto d´ora occasione el raddoppio per i padroni di casa: cross di Colombo respinto dalla difesa, raccoglie il pallone Pestrin e va al tiro, ma viene deviato in angolo. Partita dai ritmi alti, ma era quel che ci si aspettava. Salernitana totalmente padrona del campo. I padroni di casa impongono il loro giro palla e gli uomini di Bucaro non riescono a bloccare le loro iniziative. La partita si addormenta, nient´altro da segnalare alla mezz´ora, a parte una conclusione pericolosa di Negro che però era finito in posizione irregolare. La partita si addormenta fino al 40´: cross dalla destra di Nalini, di testa stavolta arriva Negro che segna il 2-0. Due reti subite di testa, segno di un Savoia che, come evidenziato anche contro l´Ischia, palesa seri problemi sui palloni alti. Finisce il primo tempo, con un Savoia mai sceso in campo. All´intervallo episodio significativo, che sicuramente causerà non poche polemiche: un aereo con la scritta "No alla tessera! Curva sud T. A." sorvola l´Arechi, segno ancor più tangibile della spaccatura forseu insanabile interna alla tifoseria oplontina. Inizia il secondo tempo, ed è già primo cambio per i bianchi, fuori Gallo e dentro Esposito, che rivede il campo dopo il match in coppa Italia contro il Barletta. Minuto 64, calcio di punizione per il Savoia, e Gori compie un vero e proprio miracolo su Scarpa. I bianchi, eroicamente, non ci stanno e si buttano in avanti ma, a parte qualche calcio di punizione, non riescono a rendersi pericolosi. Secondo cambio per il Savoia al 75´: fuori Sevieri ed entra, dopo le polemiche delle ultime settimane con mister Bucaro, Gargiulo. Contemporaneamente arriva l´ultimo cambio, fuori un Del Sorbo irriconoscibile e dentro Di Piazza. La Salernitana tiene bene il campo, non si scompone davanti alle incursioni degli avversari e sfiora anche la rete del ko con Gabionetta. E finisce così. Ora si va a Foggia, dove è obbligatorio fare punti. ANTONIO DE ROSA FOTO NUNZIO IOVENE Le formazioni SALERNITANA: Gori; Colombo, Bianchi, Lanzaro, Pezzella; Favasuli, Pestrin; Volpe, Negro, Nalini; Calil. Allenatore: Menichini SAVOIA: Santurro; Di Nunzio, Rinaldi, Sirigu; Cremaschi, Sevieri, Gallo, Sabatino; D´Appolonia, Del Sorbo, Scarpa. Allenatore: Bucaro Arbitro: Dei Giudici di Latina Assistenti: Bernabei di Tivoli e Sechi di Sassari