A cura della Redazione
Pallavolo, presentazione della Fiamma Torrese al Liceo Pitagora-Croce La stagione ricomincia da qui. Dal 27 settembre 2014. Tra le certezze e le speranze. Perché la Fiamma Torrese sa su chi può contare. Un pubblico sempre presente. Dalle veterane ai nuovi arrivi, tutti sono pronti per una stagione da protagonisti. Consapevoli che la città manifesterà il suo sostegno ad una società che, insieme al Savoia, rappresenta lo sport torrese in Italia e, nel caso della Boxe Vesuviana, nel mondo. Certezze ma anche speranze. A pochi passi dall’Aula Magna del Liceo Pitagora-Croce si erge la tendostruttura rimessa a nuovo, palazzetto tanto ambito dai sodalizi sportivi torresi, come quello di patron Giovanni Longobardi, per disputare la nuova stagione. Nuovi sviluppi in merito nei prossimi giorni. Ma adesso la nuova squadra è qui. E non manca nessuno. Alla conferenza stampa di presentazione sono intervenuti il presidente Longobardi, il vicepresidente Michele Riggi, il direttore sportivo Enrico Ottagono e l’allenatrice Adelaide Salerno. Nelle vesti di moderatore il giornalista Nicola Alfano. «Non ho seguito, a causa dei molti impegni, questa squadra, ma sono certo che otterrà importanti successi anche quest’anno - esordisce il vicepresidente -. Cercherò di essere più presente in vista di questo campionato. In bocca al lupo a tutti». E’ il diesse Ottagono, a cui sono state rivolte alcune domande di mercato, ad intervenire: «Sulle trattative non dico nulla perché sono segreti tra me, il presidente e l´allenatrice. Ci tenevo a ringraziare particolarmente il padre del vicepresidente della Fiamma, Sergio Riggi». Prima della squadra vengono presentati i dirigenti, chiunque lavorerà per il bene della squadra: Anna Del Gaudio, Giovanna Marasco, Marianna Leveque, Giovanni Di Maria, Pasquale Avitabile, Mario Tamburro e Gerardo Balzano. Con una figura nuova, l’addetto stampa, a cui va il delicato compito di “regolare” i rapporti tra team e media. «La squadra è cresciuta notevolmente - afferma il presidente Longobardi -. Però ci tengo a ringraziare in modo particolare le ragazze che hanno lottato e dato tanto per la Fiamma Torrese nelle stagioni scorse, il loro apporto è stato davvero decisivo». Dopo il presidente è stata la volta di coach Adelaide Salerno, che ha “benedetto” il mercato della sua squadra (sottoposta ad un vero ringiovanimento). In seguito l’allenatrice ha presentato i suoi collaboratori che accompagneranno non solo la prima squadra ma anche le giovanili: Roberto Catalano come allenatore in seconda, Noemi Popolo come collaboratrice tecnica, Lello Longobardi allenatore delle giovanili, Valeria Silo e il neoacquisto Gloria De Kunovich per il minivolley. E arriva finalmente il momento. Le ragazze, chiamate da Alfano, raccolgono l’applauso del pubblico. C’è chi conosce già l’ambiente e chi, invece, dovrà immergersi nella relatà oplontina. Chi arriva ha già cose positive da raccontare, segno di un gruppo unito e di una città che ha accolto degnamente chi vuole onorare questa maglia. A nome della squadra è intervenuta la capitano Giusy Palladino, alla sua seconda stagione da “fiammetta”, con una sola frase: «Cercheremo di raggiungere buoni obiettivi come l’anno scorso». Vietato sbilanciarsi, ma siamo pronti. Ecco il messaggio di fondo. La Fiamma Torrese riparte. Da Torre Annunziata. Con elementi da tutto lo Stivale. Per guardare con serenità ad una nuova stagione. ANTONIO DE ROSA foto Il Cigno Art