A cura della Redazione
Savoia, il tecnico Bucaro: «Pronti all´esordio in Lega Pro. Non vediamo l´ora» «Non vediamo l’ora d’iniziare. Siamo tutti pronti sia la squadra che il sottoscritto». Giovanni Bucaro non nasconde la voglia matta di giocare la prima di campionato di Lega Pro. E’ l’anno zero di un torneo che, in quanto tale, potrebbe riservare molte sorprese. «Il nostro obiettivo – sottolinea l’allenatore del Savoia – è quello di una salvezza da raggiungere in maniera tranquilla e la valorizzazione dei tanti giovani inseriti questa estate nell’organico. Ma i valori delle altre formazioni con le quali ci andremo a misurare rappresentano, per certi versi, ancora un’incognita. Solo dopo un paio di mesi potremo avere più chiaro il quadro del girone C». Il Savoia affronterà il Melfi domani (inizio ore 17.00) al “Ianniello” di Frattamaggiore. Il Giraud, infatti, è ancora sottoposto ai lavori per adeguare la struttura alle articolate prescrizioni della Lega Pro. In particolare, l’assenza dell’impianto di video sorveglianza (i lavori non sono ancora iniziati) ha costretto i dirigenti della formazione di Torre Annunziata a chiedere ed ottenere l’utilizzo di un campo neutro per la prima in casa. «Esordire sul nostro campo – aggiunge Bucaro – sarebbe stato diverso. Il Giraud ha tutto un altro sapore. Il campo neutro di domani, però, non deve essere un alibi». Alla sfida con i lucani non parteciperà il neo acquisto Gallo, infortunatosi in allenamento mercoledì. L’altro acciaccato Di Piazza, invece, dovrebbe far parte della rosa dei diciotto convocati. Il Melfi, guidato in panchina da Bitetto, è una squadra giovane rinnovata per almeno 7/8 elementi rispetto alla formazione che si è guadagnata lo scorso anno la Lega Pro dopo undici tornei consecutivi in C2. Nell’organico, con il ruolo di preparatore dei portieri e vice di Bitetto, anche una vecchia conoscenza del pubblico torrese: Pasquale Visconti. Per tre anni ha difeso la porta del Savoia operaio di Gigi De Canio. Visconti fu tra i protagonisti di una delle pagine più esaltanti della storia dei bianchi: la conquista della C1 nella finale di Foggia nel 1995, battendo un Matera stellare.