A cura della Redazione
Savoia, trasferta a Reggio Calabria. Finalmente i tifosi al seguito «Nessun calcolo, a Reggio Calabria giochiamo per vincere». Perentorie le parole di Vincenzo Feola alla vigilia del match contro l’Hinterreggio in programma domani (inizio ore 14.30). Le nove lunghezze di vantaggio sull’Akragas a dieci giornate dal termine del campionato, secondo il tecnico, non rappresentano alcun valore intrinseco che consenta di organizzare una sorta di gestione programmata di questo pur ragguardevole gap. La capolista deve puntare all’intera posta in palio anche su un terreno di gioco che certamente non esalterà le caratteristiche tecniche dei bianchi. Il manto erboso del Comunale Ravagnese, infatti, è oramai uno sbiadito ricordo e l’incontro si disputerà su un fondo irregolare molto insidioso. Un fattore che, però, dovrebbe penalizzare anche i padroni di casa. Una formazione, quella calabrese, appena retrocessa dalla Lega Pro e che nel suo organico annovera ancora elementi pericolosi come Aliperta, specialista nei calci da fermo. Viglietti e Ruscio non parteciperanno alla trasferta per infortunio così come Carotenuto che sconta il secondo turno di squalifica dopo l’espulsione rimediata a Cava de’ Tirreni direttamente dalla panchina. Del Sorbo è partito regolarmente con la squadra questa mattina, ma risente di un problema alla caviglia che ne ha consigliato il riposo negli ultimi due giorni. Sarà lo staff medico a decidere se potrà scendere in campo. Dopo il divieti di trasferta di Agrigento e Cava, finalmente i tifosi torresi potranno seguire il Savoia in un match esterno. Dovrebbero essere circa 300 le presenze dei supporters oplontini a Reggio Calabria. Un dato che conforta l’allenatore torrese. «La presenza dei tifosi – conclude Feola – per noi è uno stimolo fondamentale». I precedenti Un solo precedente al Comunale del rione Ravagnese. Era la stagione 2008-2009 ed il Savoia di Mauro Agovino, con Pinto e Marzullo in prima linea, strappa un punto ai biancoazzurri chiudendo il match a reti inviolate. Per i bianchi comunque, sarà un torneo amarissimo che si chiuderà con la retrocessione in Eccellenza. Nell’anno del centenario. L´avversario Nono in classifica, relativamente tranquillo, l’Hinterreggio in casa ha conquistato 20 punti sui 33 disponibili. Sei vittorie, due pareggi, con Cavese e Torrecuso, tre sconfitte, con Akragas, Noto e Gioiese. Tredici i gol fatti, undici, quelli subiti. Il calciomercato invernale ha visto svincolarsi i difensori Ginobili e Oliveri e l’attaccante Cortese surrogato dal giovane Akrapovic proveniente dal Tuttocuoio ma di proprietà della Reggina. Bomber dei calabresi è Aliperta con sette reti. Un ex, Michelangelo Papasidero, al Savoia nella stagione 2008-’09. Quattordici presenze ed un gol per lui che firmò la vittoria sul Castrovillari in una delle poche gioie di quello sfortunato torneo.