A cura della Redazione
Pugilato, exploit della Boxe Vesuviana ai campionati Under 16 e 18 Ennesima affermazione del team della Boxe Vesuviana di Torre Annunziata. In occasione dei Campionati Italiani Under 16 riservati alle donne, ed Under 18 riservati ad atleti sia uomini che donne, disputatisi a Trevi, il sodalizio oplontino piazza in finale i tre atleti partecipanti, vincendo due titoli nazionali con le ragazze che, sull’entusiasmo dell’affermazione mondiale di Irma Testa, risultano le più forti dell’intero panorama pugilistico femminile. La kg 57 Under 16, Nunzia Esposito, ha impressionato i tecnici dimostrando, a soli 14 anni, una sicurezza ed una padronanza del ring che fanno ben sperare per il prosieguo della carriera pugilistica della ragazzina di grandi prospettive. In semifinale ha sconfitto la rappresentante della Sicilia con il punteggio di 12-4. Ed ancora meglio ha fatto in finale, dove ha superato la veneta Eleonora Trolese con un secco 20-5. Anche Lucia Testa, sorella della campionessa del Mondo Irma, ha disputato un ottimo torneo. In semifinale ha affrontato e battuto un’avversaria che l’aveva sconfitta in altre occasioni. In finale, invece, ha avuto la meglio sull’abruzzese di origine cubana Greice Mendoza, che era accreditata del successo della competizione. Sconfitto in finale il supermassimo Adan Roldan. Dopo aver vinto la semifinale per KO alla terza ripresa, cede la finale di un soffio contro il calabrese Gentile, con il punteggio di 11-10. Per Roldan, comunque, un risultato di grande spessore in una categoria non facile come quella dei supermassimi (+ 91 kg). A detta degli osservatori azzurri presenti a Trevi, il futuro pugilistico sicuramente gli sorriderà.