A cura della Redazione
Sta nascendo un Savoia stellare E’ un Savoia super lusso quello che sta nascendo. L’importante tassello che mancava in attacco è stato colmato con l’arrivo di Giuseppe Meloni, neopromosso con la Massese in Lega Pro, autore di ben ventidue reti e diciotto assist, praticamente il meglio della categoria. Ma non è finita. Il centrocampista. Dopo il ripensamento di Catinali che ha optato per l’Ischia, senza drammi, anzi con un certo sollievo del patron Luce che non ha mai “tifato” per questa eventualità, il club ha intensificato i contatti con Michel Cruciani, già al Matera ma fortemente conteso dalla Salernitana. In queste ore, tuttavia, il diesse Tonino Simonetti ha marcato stretto il forte centrocampista e non è escluso che al momento di andare in stampa abbia strappato l’agognato sì. Con il napoletano in organico si andrebbe a cementare il muro in mediana con l’ex falchetto Ruscio. Il difensore. Al probabilissimo matrimonio con Cruciani non segue quello auspicato con il centrale difensivo Rinaldi, a lungo cercato ma su cui sono pesate le perplessità espresse dal giocatore e non gradite all’entourage dell’imprenditore casertano, immediatamente tuffatosi alla ricerca di valide alternative. Poco credibile la pista che porta al torrese Pasquale Esposito, già alla Casertana, che punta alla sua conferma in vista della Lega Pro. Non ha molti estimatori nemmeno Liberato Filosa, sette presenze con la Nocerina in B, lo scorso anno in seconda divisione con il Martina Franca. Rigorosissimamente top-secret il nome del terzino che andrà ad affiancare Terracciano. Gli under. Dal disciolto CTL Campania - fusosi con la Mariano Keller - è in dirittura d’arrivo l’esterno basso di centrocampo Keita, un classe ’94 di cui Simonetti dice un gran bene e che andrebbe a completare la zona mediana relativamente agli under. Ancora da definire invece la terza linea, dove si è alla ricerca di un portiere e di ulteriori alternative sulle fasce. Stadio Giraud. Martedì scorso doveva essere il giorno cruciale per la stipula della convenzione tra l’Amministrazione comunale ed il Savoia. Problemi personali del dirigente Porfidio Monda hanno impedito l’incontro che è stato solo rimandato di quarantotto ore. La struttura, intanto, è da tempo interessata da lavori di varia entità messi in opera da uomini di Luce. Si è già provveduto alla riqualificazione della tribuna con la pulizia integrale dei posti a sedere; sono stati diserbati i distinti dove è in cantiere anche una ritinteggiatura del settore; si sta lavorando alla zona spogliatoi con molteplici interventi di diversa natura atti a renderli maggiormente confortevoli. Sono previste anche le riattazioni dei pannelli in plexiglass prospicienti il terreno di gioco, delle panchine, e la ripavimentazione della tribuna stampa che sarà nuovamente corredata di piani di lavoro e sedie, oltre al rifacimento del corridoio che porta al campo. Individuati i locali che saranno adibiti a magazzini, si provvederà anche all’abbellimento - ancora in fase di studio - del settore vip. Abbonamenti. A rilento la sottoscrizione delle tessere. Ad oggi sono poco più di cento quelle sottoscritte, ma possiamo dire che la sorpresa-preoccupazione espressa dalla società può definirsi non giustificata. Storicamente gli sportivi torresi sono assimilabili ai... vecchi motori diesel per i quali occorreva un po’ di tempo prima di scaldarsi a dovere. Molto, comunque, dipende anche dalla campagna lanciata a metà mese e dunque assai distante dai fatidici giorni di erogazione degli stipendi, cosa che, in momenti di crisi come questi, ha la sua importanza. Preritiro. Da lunedì prossimo è possibile ammirare il nuovo Savoia al Giraud. La fase di pre romitaggio si protrarrà sino al 27 luglio. (dal settimanale TorreSette del 19 luglio 2013)