A cura della Redazione
Sconfitto il Savoia a Cosenza nella sfida contro la capolista Il Savoia si arrende alla capolista. La formazione di Torre Annunziata riesce a tener testa alla Nuova Cosenza fino a 12’ dal termine del match, ma poi subisce la voglia matta dei padroni di casa di consolidare la leadership del girone I di serie D. Sono proprio i bianchi, apparsi brillanti soprattutto nella prima frazione, a sbloccare l’incontro con Vicentin al 33’: l’attaccante argentino, su traversone di Guarro dalla sinistra, svetta su tutti in area e batte Straface di testa. La reazione dei calabresi non si fa attendere e quattro minuti dopo Guadalupi riporta in parità il punteggio con una conclusione dalla distanza. La Nuova Cosenza al 7’ della ripresa si porta in vantaggio grazie alla trasformazione di un calcio di rigore concesso per un fallo ai danni di Marano. Dal dischetto è Mosciaro a realizzare. Il Savoia, però, riesce a recuperare la forza e la lucidità per riequilibrare l’incontro e al 25’ pareggia con Malafronte che corregge a rete una deviazione di testa di Vicentin. Dura solo otto minuti l’illusione per i torresi di poter lasciare imbattuti il “San Vito”. Al 33’ è ancora Mosciaro a battere Loccisano, questa volta sfruttando una punizione dal limite. La gara si chiude dopo 6’ recupero e, proprio allo scadere, il Savoia subisce la quarta rete da parte di Salvini. Interviste post gara tratte dal sito ufficiale dell´A.C. Savoia 1908 Amura: “Oggi siamo venuti a giocare su un campo difficilissimo. Abbiamo interpretato bene la gara e la prestazione della squadra è stata positiva. I loro gol nascono da altrettanti errori nostri su cui dovevamo fare maggior attenzione. Sull’arbitraggio? Non parlo degli arbitri, non l’ho mai fatto e non intendo farlo oggi, perchè fa parte del calcio. Certo siamo stati sfortunati sugli episodi. Sull’inserimento dei nuovi? Due di essi, Vicentin e Malafronte, hanno anche segnato, quindi miglior partita non potevano fare. In settimana lavoreremo per migliorare, è sempre difficile ripartire dopo una sconfitta, ma dobbiamo rialzarci e tornare a camminare”. Gagliardi: “Complimenti al Savoia che ha disputato un’ottima gara. Nella prima mezzora non c’eravamo mentalmente, sembrava stessimo festeggiando ancora la vittoria di domenica scorsa. Gli ospiti ci hanno messo in difficoltà e questa è la dimostrazione che in questo campionato non puoi concedere nulla agli avversari. Nel complesso abbiamo meritato la vittoria, per quanto non avremmo potuto dire niente se il Savoia avesse pareggiato. La mia squadra possiede delle individualità che in questa categoria nessun avversario può contrastare. Sulle polemiche arbitrali? Sul quarto gol non c’è fuorigioco, l’ho visto bene dalla panchina, è inutile polemizzare”. Pallonetto: “Abbiamo fatto una buona gara, con i nuovi innesti che si stanno inserendo bene, giocando su un campo dove è difficile fare risultato. Sicuramente brucia vedere queste squadre lassù e il Savoia che lotta per salvarsi o comunque a ridosso della zona playoff. Io penso che ce la possiamo giocare con tutti e lo abbiamo dimostrato. Loro hanno saputo sfruttare al massimo le occasioni che hanno avuto e sicuramente qualche episodio arbitrale li ha favoriti: l’arbitro ha dato un rigore a loro e poteva darlo benissimo anche al Savoia per un fallo su Guarro che era netto. Gli errori ci possono stare e possono capitare a tutti. L’obiettivo? Puntiamo a fare un buon campionato, ci sono dei nuovi giocatori e ci dobbiamo amalgamare meglio. Arriviamo prima possibile a 40 punti per la salvezza e poi vedremo”.