A cura della Redazione
Il Savoia sconfitto dalla Gelbison. Bianchi rimandati senza appello Se doveva essere l’esame di maturità per il Savoia, ebbene i bianchi sono rimandati senza appello. Solo uno sterile predominio territoriale peraltro articolato su giocate leziose ben controllate dalla munita difesa cilentana che ben poco lascia ad Incoronato e compagni. Troppi gli uomini sottotono in una partita che invece doveva essere affrontata con ben altro piglio, ben consapevoli di un campo trappola come il “Marra” e di una squadra tignosa come quella di Erra che non disdegna, anche in casa, di difendersi con sei uomini affidandosi alla giocata degli uomini di qualità. Ecco, è forse questo che manca al Savoia, calarsi nella mentalità del campionato di serie D, dove le partite - soprattutto quelle esterne - vanno affrontate con quella cattiveria agonistica che spesso e volentieri si tramuta in punti pesanti. MATTEO POTENZIERI LA CRONACA DEL MATCH Brutta sconfitta del Savoia in terra cilentana. I bianchi di Torre Annunziata subiscono un pesante 3-1 ad opera della Gelbison ed incappano nel secondo ko stagionale in trasferta dopo quello di Vibo Valentia. La prima frazione di gioco si chiude con il vantaggio dei padroni di casa, che vanno a segno al 21´ con Galantucci, servito con una palla corta da Grimaudo. Il Savoia che entra in campo nella ripresa è una squadra più reattiva. Al 63´ tiro potente di Fontanarosa da fuori, Spicuzza non trattiene e Manfrellotti sigla la rete dell´1-1. I ragazzi di Pasquale Vitter sembrano aver rimesso in piedi il match, ma nel giro di sei minuti la Gelbison realizza un uno-due micidiale che mette in ginocchio gli oplontini. Al 65´ è ancora Galantucci a portare in vantaggio i cilentani con una splendida semirovesciata che supera Loccisano. Al 71´ Grimaudo chiude definitivamente i conti realizzando la rete del 3-1. Gli ultimi minuti di gioco sono piuttosto nervosi e scivolano via tra proteste e piccole schermaglie. Con questa vittoria, la Gelbison scavalca proprio il Savoia in classifica e si porta al comando del girone I con 14 punti. Un´opportunità sprecata dal Savoia, che resta fermo a 12 punti e non approfitta della sconfitta del Nuovo Cosenza e del pareggio dell´ACR Messina, entrambe a 13 lunghezze. LE INTERVISTE A fine partita, ha parlato il tecnico dei torresi, Pasquale Vitter. Ecco le dichiarazioni riportate dal sito internet ufficiale della formazione di Torre Annunziata. ”Episodi penalizzanti per noi. Dal loro gol abbiamo fatto la partita, abbiamo avuto tante occasioni per pareggiare, c’era un rigore sospetto su Savarese, poi al momento del pareggio Galantucci ha indovinato il gol della domenica. Forse era destino che oggi dovevamo perdere ma non ho nulla da rimproverare ai miei. La Gelbison è un’ottima squadra con grandi individualità, abbiamo giocato a viso aperto e il risultato è un po’ bugiardo, senza nulla togliere alla Gelbison. La nostra è una squadra con 7 elementi su 11 provenienti dal campionato di Eccellenza e il nostro obiettivo rimane quello di restare tra le prime cinque. E’ dura giocare senza tifosi al seguito, ci sono situazioni in cui l’arbitro si fa influenzare dall’ambiente (rigore su Savarese e seconda ammonizione non data a Pecora). Ma dobbiamo farcene una ragione, fino a dicembre sarà così. Ho inserito Borrelli negli ultimi cinque minuti per sfruttare qualche palla lunga e la spizzata di testa, visto che Incoronato era stanco. Oggi la prestazione è stata positiva, finora l’unica partita che abbiamo sbagliato è stata quella di Vibo Valentia”.