A cura della Redazione
Prima sconfitta stagionale del Savoia battuto a Vibo Valentia Prima sconfitta stagionale del Savoia che viene battuto in terra calabra dalla Vibonese. Immediato il vantaggio dei padroni di casa che dopo appena sei minuti vanno in gol con Saturno lesto ad approfittare di un varco in area e a battere Loccisano col sinistro. I bianchi stentano a reagire e la loro manovra inizia a dare segni di efficacia solo sul finire della prima frazione. All’inizio della ripresa occasione per Incoronato, ma il bomber di testa non riesce a colpire il bersaglio grosso. E’ la Vibonese, nel capovolgimento di fronte, ad andare vicino al raddoppio con Marasco che colpisce il palo. I torresi guadagnano metri e si rendono pericolosi con Esposito ( 11’ su punizione) e Ianniello (19’ conclusione dalla distanza). I calabresi si svegliano al 27’ con un’azione sull’asse Cosenza-Marasco. L’attaccante vibonese si ripete al 35’ quando fallisce per niente la palla del raddoppio. Al terzo tentativo Marasco, però, riesce a bucare la rete oplontina in pieno recupero (50’) superando in velocità Esposito e Falanga. La formazione allenata da Vitter, nonostante un secondo tempo giocato certamente su ritmi più elevati, non riesce ad evitare il primo stop del campionato. L´unica nota lieta della giornata è la disfatta dell´Acr Messina, altra capolista del girone proprio insieme al Savoia alla vigilia del turno odierno. I siciliani perdono la gara contro il Ribera per 3-0. Non ne approfitta il Gelbison, fermato sull´1-1 dal Palazzolo. I cilentani restano terzi ad 8 punti, uno in meno del Savoia e del Messina, fermi a quota 9. In testa alla classifica balza così la Nuova Cosenza (10 punti), vittoriosa in extremis ad Agropoli. Domenica prossima al Giraud arriva l’Acireale. Le interviste del post match VITTER: “Abbiamo sbagliato l’approccio alla gara. Siamo stati un po’ arroganti all’inizio commettendo qualche disattenzione di troppo. Nel secondo tempo abbiamo provato a gestire il possesso palla ma incidendo poco. In attacco dipendiamo molto dagli esterni e oggi sulle fasce non siamo riusciti a concretizzare nulla . E’ ingiusto, comunque, colpevolizzare un solo reparto, gli avversari, durante il secondo tempo, si sono schierati con tutti i giocatori dietro la linea della palla e gli spazi erano strettissimi. Anche le non ottime condizioni del campo hanno influito sul nostro stile di gioco. Inutile fare drammi, dobbiamo elogiare i ragazzi per il lavoro e i risultati ottenuti fin qui. Aspettiamo l’Acireale domenica prossima per ricominciare a vincere e tornare, se ci riusciamo, primi in classifica”. IANNIELLO: “Dobbiamo migliorare nell’approccio alla gara, soprattutto fuori casa. Anche contro il Ragusa abbiamo sofferto nei primi minuti. Oggi abbiamo subito goal subito e cercare di esprimere al meglio il nostro gioco su un terreno come quello di oggi e con tutti gli avversari schiacciati dietro è molto difficile. A partita in corso abbiamo cambiato modulo di gioco, cercando maggiormente gli appoggi centrali. E’ stata una partita che ci deve essere utile per il prosieguo della stagione. Dobbiamo imparare dalle sconfitte e continuare sulla strada intrapresa fin qui. Abbiamo recriminato in un paio di occasioni per decisioni arbitrali ma non dobbiamo pensare a questa cose, sono episodi che in una partita di calcio possono capitare. Da domani iniziamo a pensare all’Acireale, con lo stesso entusiasmo e la stessa voglia di sempre”.