A cura della Redazione
Pallavolo, svanisce il sogno della serie B per la Fiamma Torrese Svanisce il sogno della promozione in serie B2 per la Fiamma Torrese. Le ragazze allenate da coach Adelaide Salerno perdono anche gara 2 della finale playoff contro Pozzuoli. Le oplontine vengono superate in casa nuovamente al tie-break, e sempre con lo stesso punteggio di 13-15 (anche gara 1, in terra puteolana era terminata 3-2 per le flegree). Una sconfitta che brucia e, forse, immeritata. Ma che di fatto smorza sul più bello ogni entusiasmo, al cospetto di una stagione comunque esaltante. La Fiamma ha dominato il girone B del campionato di serie C per buona parte dell´anno, giungendo poi seconda in classifica alle spalle dell´Accademia Volley Benevento. Tanto rammarico per il presidente Giovanni Longobardi ed il suo staff, che hanno profuso ogni sforzo affinché la formazione torrese riuscisse nell´impresa. «La delusione è tanta - spiega Longobardi -. Credevamo di potercela fare e coronare così una stagione a dir poco straordinaria. E´ un peccato soprattutto per le ragazze, che si sono allenate sempre con dedizione e sacrificio. Desidero ringraziare loro, l´allenatrice Salerno ed i dirigenti per il lavoro fatto. Comunque, per noi è stata già una vittoria arrivare in finale e credo di poter dire che ne usciamo come vincitori morali. Non ci perdiamo d´animo. Andremo avanti consapevoli di poter affronatare al meglio la prossima stagione e puntare a traguardi ambiziosi. La pallavolo - conclude il presidente - è uno sport in cui la fortuna conta parecchio. Noi non ne abbiamo avuta. Vedere le ragazze piangere a fine partita testimonia di quanto ci tenessero a vincere questa finale. Pazienza, ci rifaremo pensando già da subito al futuro». DOMENICO GAGLIARDI