A cura della Redazione
Pallavolo, Fiamma Torrese: al "Pitagora" sfida decisiva per i play-off Siamo alla resa dei conti. La Fiamma Torrese si gioca l’accesso ai play-off nel big match dell’ultima giornata del campionato regionale di serie C di pallavolo femminile. Le oplontine affronteranno tra le mura amiche la Megaride (domenica 8 maggio, ore 18,30, palestra dell’Isis Pitagora di via Tagliamonte). Una vera e propria partita del “dentro o fuori”. Vincendo per 3-0 o 3-1 le Fiammette conquisterebbero la possibilità di prendere parte agli scontri promozione. Di contro, un successo per 3-2 o la sconfitta spegnerebbero i sogni delle ragazze torresi. Che sono state protagoniste, comunque, di una stagione a dir poco straordinaria. Un’annata iniziata con il passaggio di testimone tra lo storico presidente Sergio Riggi, che ha guidato la gloriosa società per oltre trent’anni, e Giovanni Longobardi, giovane e preparato dirigente che ha raccolto un’eredità pesante. La squadra è stata completamente rinnovata, dallo staff tecnico, con l’arrivo della bravissima coach Adelaide Salerno, ed una rosa formata da atlete tutte di Torre Annunziata. A sottolineare un legame speciale tra la Fiamma e la città. Punto di raccordo tra il “vecchio” ed il “nuovo”, il direttore sportivo Enrico Ottagono, il deus ex machina della Fiamma, che anche quest’anno ha saputo allestire una formazione di tutto rispetto, ancora in lotta per i play-off. Un traguardo che nessuno, neanche il più ottimista degli addetti ai lavori, avrebbe pronosticato. La Fiamma, però, è lì, pronta a giocarsi il tutto per tutto e a portare a compimento un miracolo sportivo senza precedenti. «Ci siamo. L’emozione è tanta - ci dice il presidente Giovanni Longobardi -. Giocarsi l’accesso ai play-off all’ultima giornata rappresenta per noi un successo straordinario. Non pensavamo di poter arrivare a tanto. Il lavoro, però, paga. Devo ringraziare innanzitutto il presidente Riggi - prosegue Longobardi - che tanto ha dato e continua a dare a quella che potrei definire una sua creatura. I suoi consigli sono preziosi per chi, come me, ha ancora tanta esperienza da fare. E poi, Enrico Ottagono, senza il quale, probabilmente, non saremo qui a parlare di una possibile promozione in serie B. Un “grazie” speciale va naturalmete a tutta la squadra e allo staff tecnico guidato dall’allentarice Adelaide Salerno. E’ stata la loro abnegazione, il loro sacrificio che ci ha permesso di arrivare a giocarci i play-off. E poi, consentitemelo, ringrazio di cuore la signora Anna Del Gaudio, la nostra dirigente che rappresenta la vera anima della Fiamma. Domenica ci giochiamo i play-off. Per questo faccio appello a tutti i cittadini di Torre Annunziata, amanti e non della pallavolo, di venire a sostenerci in questa ultima e decisiva sfida. Abbiamo bisogno dell’apporto del pubblico - conclude Longobardi - per coronare il nostro sogno». Ed allora, forza Fiamma! Torre Annunziata è con te! DOMENICO GAGLIARDI