A cura della Redazione
Il pugile Langella sconfitto ai punti. Dubbi sul verdetto Al termine di dieci intensissime riprese disputate contro il varesino Tony Lauri per la difesa del Campionato d’Italia dei welter, svoltosi a Maldate nel Varesotto, sono prevalse le grandi doti tecniche ed agonistiche del nostro campione Giuseppe Langella e della grande caparbietà del suo avversario, Tony Lauri, con un risultato che lascia l’amaro in bocca al pugile torrese. Il verdetto di 96 a 94 in favore di Lauri lascia qualche dubbio, se si tiene presente che nel corso della terza ripresa Langella, colpito accidentalmente da una testata, ha girato le spalle all’avversario determinando il conteggio da parte dell’arbitro con conseguente penalizzazione di 2 punti a Langella, proprio i due punti che alla fine hanno decretato la vittoria di Lauri, consacrandolo nuovo campione d’Italia dei pesi welter. Il match è stato avvincente per tutta la durata, tanto che il giudizio dell’ex campione del Mondo Nino Benvenuti, in veste di commentatore tecnico di RAI SPORT, è stato: “Questa sera sul ring ci sono due Campioni d’Italia”, a testimonianza del grande equilibrio che si è avuto tra i due atleti. Naturalmente Langella non è d’accordo sul verdetto. «Penso di aver vinto 6 riprese e pareggiate 2 su 10 - ha detto -. E poi dalla quarta ripresa ho combattuto con la mano destra che mi faceva male ogni qualvolta che colpivo. Malgrado questo non ho un segno sul viso mentre provate a guardare il viso di Lauri dopo il match». A dar seguito alle parole di Langella il maestro Pagano, all’angolo con Biagio Zurlo. «Purtroppo - ha affermato - il dolore alla mano destra ha condizionato non poco la prova di Langella, anche se io l’ho visto vincitore. Intanto guardiamo avanti con un po’ di preoccupazione in quanto durante la notte la mano si è gonfiata in modo inusuale e quindi aspettiamo le radiografie e la diagnosi per poter programmare una rivincita a breve». Dopo match intensi ed equilibrati, con verdetti contrastati, la parola rivincita è ricorrente; però questa volta c’è del vero come afferma Biagio Zurlo. «Langella merita una rivincita anche in virtù del fatto che rappresentanti della Lega Nord con l’addetto stampa di Radio Padania si è fatto promotore di promuovere Lauri-Langella 2. Già venerdì 30 aprile, infatti, con inizio alle ore 14 ci sarà un collegamento con TeleRadio Padania con me e Langella dove si parlerà del match, della possibilità di fare una rivincita ma anche e soprattutto delle diverse emozioni, sensazioni e sogni che hanno due atleti, per certi versi simili, nati però uno a Varese e l’altro a Torre Annunziata».