A cura della Redazione
Oplonti Volley e Fiamma Torrese impegnate in casa Nelle previsioni della vigilia la trasferta di Ottaviano era considerata, dal team oplontino, una delle più a rischio. Alla fine, si è dimostrata poco più di una formalità. Coach Gennaro Libraro aveva catechizzato i suoi ragazzi durante la settimana, cercando di tenere alta la concentrazione ed i ritmi di gioco. E così è stato. Un secco ed inappellabile 0-3 in poco più di un’ora di gioco e tutti sotto le docce. I parziali di 20-25, 23-25 e 19-25, pur dignitosi non danno l’esatta dimensione della differenza di qualità e velocità di gioco tra le due compagini. Il tecnico oplontino si affida ai suoi pretoriani e recupera, all’ultimo minuto, l’opposto titolare Emiliano Libraro, reduce da un infortunio patito nei giorni scorsi. Durante la partita dà spazio anche a Lumia alternandolo con Florio, tutti danno un buon contributo portando a casa tre punti di platino. In casa ottavianese coach Scudieri lamenta diverse assenze per infortuni. Mancano all’appello, infatti, Balzano e Torella, elementi che avrebbero dato qualche chance in più al team vesuviano, ma la sensazione è quella di una squadra appesantita e atleticamente non al massimo. Forse la salvezza ampiamente ipotecata ha fatto perdere stimoli ad un gruppo che faceva della combattività la sua arma migliore. Dicevamo di una partita ben gestita dall’Oplonti che solo nel secondo set ha rischiato qualcosa, permettendo un recupero quasi miracoloso ai padroni di casa. A fine partita coach Scudieri accetta serenamente la sconfitta: “Con questo organico non potevamo nulla contro l’Oplonti che ha giocato bene, battendo benissimo e mettendoci in difficoltà. Il nostro obiettivo resta la salvezza e dobbiamo conquistarla vincendo con le squadre alla nostra portata. Ultimamente - prosegue coach Scudieri - non ci siamo allenati con continuità e i risultati si sono visti. Speriamo di recuperare quanto prima gli infortunati per evitare di giocare con gli uomini contati”. Dall’altra parte, un gongolante coach Libraro: “Vittoria importantissima nell’economia del campionato. Vincere qui dove anche il Benevento ha sofferto, lasciando un set, ci dà delle grandi motivazioni e aumenta l’autostima della squadra, per affrontare al meglio questo mese di marzo che sarà decisivo ai fini dell’assegnazione del primo posto”. In classifica nulla di nuovo, vista la vittoria netta del Benevento contro il Battipaglia, sanniti che hanno dato una mano al Padula, anch’esso vittorioso, nel mantenere la terza piazza. Intanto sabato si gioca la ventesima giornata, ospiti dell’Oplonti (ore 18.30, palestra del III Circolo Didattico) i giovani atleti del Poggiomarino, squadra salva ma ancora piena di motivazioni. I tifosi vogliono ancora una vittoria piena. Mantenere i cinque punti di distacco prima dello scontro diretto di fine mese a Benevento, sarebbe fantastico. Vittoria senza alcun patema quella conseguita sabato scorso dalle ragazze di coach Bonfiglio ai danni dell’Aversa. La compagine normanna non è nemmeno lontana parente della squadra di qualche anno fa. Risultato finale 0-3, con i parziali di 15-25, 21-25 e 10-25, a dimostrazione dello strapotere delle fiammette. Continua la serie positiva di Bonfiglio che è ancora imbattuto da quando ha preso in mano le redini della squadra. Consolidato ormai da tempo il terzo posto, finalmente sabato sapremo la verità. Infatti scenderà in campo a Torre Annunziata la Nemesi di Castellammare, imbottita di ex, e attualmente damigella d’onore del girone con sei punti di vantaggio sulla Fiamma. Ovviamente, un solo risultato potrebbe autorizzare a sperare, solo la vittoria piena dimezzerebbe lo svantaggio e darebbe una grande spinta morale alle ragazze di patron Riggi, considerato che con tutta probabilità saranno proprio le due formazioni a incontrarsi nella finale play-off. Per ora ci gusteremo questa partita (ore 18.00, palestra dell’ISIS Pitagora) che si preannuncia bellissima, con il pubblico delle grandi occasioni a spingere per la vittoria.