A cura della Redazione
Boxe, sfide importanti per Nespro e Langella I due campioni italiani, Gaetano Nespro e Giuseppe Langella, alfieri della boxe vesuviana facenti parte del team professionistico Cotena-Zurlo Group, saranno impegnati nell’ultimo fine settimana del mese di gennaio in sfide determinanti per il prosieguo della loro già brillante carriera. Il campione italiano dei Medi, Gaetano Nespro, difenderà venerdì 29, in diretta RaiSport Più, ore 22,20, la sua cintura di campione italiano dei pesi medi a Savignano sul Rubicone, in provincia di Forlì. Il pugile oplontino dovrà vedersela con Matteo Signani. Per Nespro si tratta di una rivincita. Già lo scorso marzo, infatti, sconfisse Signani sempre sul ring di Savignano. Gaetano è, dunque, ben consapevole di trovarsi di fronte un avversario che tenterà di batterlo per la seconda volta con il supporto del pubblico amico. In merito al match è proprio Nespro a tranquillizzare il suo team: «Sono conscio che mi troverò di fronte un avversario che sarà determinato a cancellare la sconfitta dello scorso anno. Però, alla soglia dei 30 anni, con quattro difese del titolo all’attivo, non posso fermarmi davanti a Signani e poi, anche questa volta, ho fatto un’eccellente preparazione alla Boxe Vesuviana, sacrificando la mia famiglia che è rimasta a Cecina, città dove mi sono trasferito ormai da un anno. E’ proprio nella palestra di via Parini che riesco a trovare la giusta condizione psico/fisica - prosegue Nespro - che mi fa affrontare quest’impegno con grande serenità. Per questo, mi preme ringraziare, oltre naturalmente ai miei maestri di sempre, Zurlo e Pagano, anche l’ex campione Pasquale Perna, il quale è sempre prodigo con me di consigli tattici». Il giorno successivo, sabato 30 gennaio, in Danimarca, il campione italiano dei Welter, Giuseppe Langella, affronterà l’ex campione d’Europa Cristiansen Blandt in una sorta di semifinale del Campionato d’Europa. Anche Langella è ben motivato e consapevole del duro match che dovrà sostenere: «Da quando sono campione italiano, non ho ricevuto sfide da parte di altri pugili miei connazionali - ha affermato Langella -. Quindi, iol match contro Blandt capita in un momento della mia carriera in cui, negli ultimi 6 incontri tutti con titoli in palio (Mediterraneo IBF, Internazionale WBF ed Italiano), ho inanellato altrettante vittorie. Sarà un confronto di questo livello, fuori dalla mia nazione, che mi farà capire realmente quali sono le mie potenzialità. Anche io, come il mio collega ed amico Nespro, ci tengo a ringraziare i maestri per il loro costante impegno ma anche e soprattutto gli sparring di questa preparazione. Tra questi, cito Samuele Esposito, che il 5 marzo tenterà anch’egli la conquista del titolo italiano dei super leggeri a Roma contro Vittorio Oi, e Salvatore Annunziata che combatterà il 12 marzo». Per gli impegni ravvicinati dei due atleti della Vesuviana, il trio all’angolo formato da Biagio e Lucio Zurlo e da Raffaele Pagano, si dividerà: infatti, Pagano seguirà Langella in Danimarca, mentre i Zurlo saranno all’angolo di Nespro. Forza Ragazzi la Torre sportiva tifa per voi! Nella foto, da sinistra Gaetano Nespro, uno sparring partner e Giuseppe Langella RENATO BIAGIO ZURLO