A cura della Redazione
Calcio, l´Atletico Savoia aggancia la zona play-off Strepitosa impresa dell’Atletico Savoia che espugna, con un rotondissimo tre a zero, il difficilissimo campo della Sanità ed approda, per la prima volta quest’anno, in zona play-off. La trasferta in terra napoletana era temuta soprattutto per le difficili condizioni ambientali: il campo di gioco, posto proprio al centro del Rione Sanità, rappresentava sicuramente un ostacolo difficile da superare. Ed invece, i ragazzi di Torre Annunziata hanno ricevuto un’ottima accoglienza da parte della società napoletana ed a fine gara tutto è filato liscio, nonostante la netta sconfitta per i padroni di casa. In campo, i bianco scudati hanno dominato sin dall’inizio: mister Vitter ha optato per una difesa esperta, schierando sin dall’inizio, in un sol colpo, Russo-Dolmenti-Paduano-Criscuoli-Vitter. Alla fine, i padroni di casa solo in un’occasione hanno impensierito Russo che si è superato da campione. L’esordiente Palumbo ed uno scatenato Ciro Flauto (nella foto), autore di una doppietta, hanno siglato le reti della vittoria ed alla fine gli elogi si sono sprecati. L’allenatore torrese si è così espresso: “Oggi ho visto finalmente una squadra vera - ha dichiarato Pasquale Vitter -. I ragazzi in campo si sono aiutati tra di loro, hanno combattuto fino alla fine per portare a casa questa vittoria. Una bella conferma dopo il successo della scorsa settimana contro l’Angri. Ma l’aspetto più positivo da considerare è la giovane età della nostra squadra: tra i nostri convocati erano presenti dieci under, così abbiamo accontentato i nostri dirigenti che ci chiedono di puntare sempre più sui giovani”. Proprio questa filosofia potrebbe portare ad una vera rivoluzione al prossimo mercato di dicembre: la voglia di ridurre l’età media della squadra che ha già causato gli addii di Zagari e Girardengo, potrebbe mietere qualche altra vittima illustre (Malafronte? Tartaglia?). Intanto, in entrata arrivano due ex calciatori del Savoia, Palumbo e Semplice, che dovrebbero essere seguiti da qualche altro giovane di buone speranze. V.P.