A cura della Redazione
Il Savoia in piena attività per l´allestimento dell´organico Il Savoia pensa al campionato e, così Roberto Pascale e Paolo Anastasio, dopo il nulla osta ad operare, insieme a Catello Monaco, in nome del F.C. Savoia, “autorizzazione” concessa “gentilmente” dall’attuale presidente Vincenzo Angellotti (a questo punto il passaggio di quote sembra tramontare), si sono catapultati sul mercato e sulla costruzione di una squadra che possa lottare per l’immediato salto di categoria. Così, dopo gli acquisti annunciati dall’addetto stampa, Giovanni Caracciolo, ovvero Abate, Pallonetto, Villacaro, Infante, Imbriaco, D’Angelo e Gioiello), il tecnico Anastasio, nelle quotidiane sedute di allenamento al comunale di Boscoreale sta valutando una serie di giovani per verificarne l’eventuale inserimento nella rosa base. Per il direttore sportivo Pascale, mancano poche pedine, di esperienza, per allestire la rosa definitiva. E così i nomi si rincorrono. Ci vorrebbe un uomo per reparto. C’è stato un incontro con Silvano Romagnini, lo scorso anno alla Turris, l’esperto portiere, già ex Savoia, ha preso qualche giorno di tempo per valutare l’offerta del Savoia. Contattato Salvati, difensore centrale, lo scorso anno al Forza e Coraggio, autore, nonostante il ruolo, di ben 17 reti, di cui 12 su punizione. Sabato mattina è previsto l’incontro con Pascale. In attacco l’obiettivo principale resta Bottone, le cui condizioni fisiche, vanno però valutate, alla luce dell’infortunio della scorsa stagione, mentre a centrocampo non è mistero che sia Antonio Marasco (nella foto) il punto di forza della campagna acquisti. Dirigenti e giocatore si sono incontrati più volte. Marasco, tentato anche dal Nola dell’ex patron Giannatiempo, non ha ancora sciolto la riserva, nonostante il Savoia abbia fatto uno sforzo economico non da poco, nell’offrire un ingaggio di tutto rispetto all’ex capitano dei bianchi. Altre notizie vorrebbero un altro ex, il giovane difensore Luigi Immobile, pronto a reindossare la casacca biancoscudata, mentre una voce, anche se remota, vorrebbe Claudio De Rosa, attualmente sotto contratto con la Nocerina in seconda divisione, in rotta di collisione con la società molossa. In quel caso non si esclude che Pascale possa fare un’offerta al fantasista di Cava dei Tirreni. RODOLFO NASTRO