A cura della Redazione
Savoia, ecco Malafronte. Ora bisogna tornare a vincere La trattativa è stata lunga, ma alla fine da piazzale Gargiulo è arrivata la fumata bianca. Da ieri Luigi Malafronte è un calciatore del Savoia. Difensore centrale, classe ´78, Malafronte ha esordito in serie A nella stagione 97-98 con la maglia del Napoli. Successivamente è passato al Benevento in C1, quindi Palermo in B, Paternò e Taranto in C1, Olbia e Ancona in C2 e infine due stagioni a Potenza. Originario di Torre Annunziata, ha per diversi giorni partecipato agli allenamenti del Savoia fino all´accordo raggiunto nella serata di venerdi, che gli consentirà di essere a disposizione di Agovino già per la partita di campionato di oggi al Giraud con l´Hinterreggio. “Finalmente abbiamo trovato un’intesa. Quasi non ci credevo più – afferma il difensore centrale – Sono estremamente contento. Indossare la maglia della squadra della propria città per un calciatore è sempre il massimo.” L´ingaggio di Malafronte rappresenta l´ultima tappa dell´operazione rinnovo dell´organico messa in atto dalla presidenza Angellotti e dai suoi uomini di mercato, Caldarelli e Blando. Ancora un elemento di esperienza, un tassello che potrà condurre il mosaico biancoscudato verso il ritorno alla vittoria. La deficitaria classifica degli oplontini impone una svolta decisiva: a partire dal ritorno in campo con l´Hinterreggio, comincia una serie di partite fondamentali per il futuro della squadra. L´obiettivo è quello di ottenere la salvezza sul campo, mettendo da parte le questioni legate alla crisi societaria. Secondo Angellotti esiste infatti una via alternativa al fallimento. Una via che passa necessariamente per una inversione di tendenza nei risultati. L´ultima vittoria risale infatti al 7 dicembre, in occasione di quel Savoia-Castrovillari che vide segnare la rete decisiva il difensore Papasidero. Ironia della sorte, lo stesso Papasidero oggi incontrerà i propri ex compagni con la maglia dell´Hinterreggio, compagine che sta conducendo un campionato al di sopra delle aspettative e che a Torre Annunziata cercherà i punti per tentare l´assalto alla zona playoff. All´andata a Reggio Calabria finì 0-0, un risultato per cui il Savoia oggi di certo non firmerebbe. ROBERTO SCOGNAMIGLIO