A cura della Redazione
Corrado Irlando, giovanissima promessa del basket torrese Grande soddisfazione per il settore giovanile del Savoia Basket. Corrado Irlando (nella foto), classe ‘95, è stato convocato dal settore squadre nazionali al raduno interregionale sud nell’ambito del progetto di qualificazione. L’atleta oplontino, con già numerose convocazioni all’attivo nella selezione regionale, due anni fa ha anche disputato il jamborèe nazionale con la rappresentativa minibasket campana. Irlando si troverà, dal 25 febbraio al 1 marzo insieme ai migliori prospetti dell’Italia Meridionale per quanto riguarda i nati nel 1995. “Siamo tutti felici della convocazione – commenta l’istruttrice Iolanda Tessitore – ciò che più conta però è che sia vissuta non come un obiettivo raggiunto, ma come uno stimolo ad allenarsi con sempre maggiore impegno e dedizione perché c’è sempre ancora tanto da migliorare” . Fuoriclasse assoluto nel campionato Under 14 dove trova ben pochi avversari in grado di marcarlo (circa 35 la media punti partita con punte di 50), Irlando si è ben distinto anche nel campionato Under 15 d’Eccellenza tra ragazzi di un anno più grandi. “La convocazione di Irlando – è il commento di Nino Romito presidente del Savoia Basket – testimonia ancora una volta il livello qualitativo delle giovanili bianconere e del relativo staff che pure opera in condizioni logistiche che definire approssimative è un eufemismo”. Continua, nel frattempo, il campionato Under 15 d’Eccellenza. Nell’ultima giornata i torresi classe ‘94 , protagonisti fin qui di un torneo al di sopra delle aspettative, travolgono il pur volenteroso Battipaglia e si preparano alla difficilissima trasferta nella tana del Casapulla, seconda forza del campionato. I giovani torresi in precedenza avevano visto rallentare la propria rincorsa alle prime tre piazze da una inopinata e sfortunata sconfitta con il Cercola: un solo punto il divario tra le due squadre alla sirena, con gli oplontini che hanno visto morire sul ferro il pallone della possibile vittoria. Non cambia però il giudizio positivo sull’andamento del torneo, vista anche la perdurante mancanza di un idoneo campo di allenamento, con le partite disputate sempre sul neutro di Boscoreale e considerando i numerosi infortuni che hanno decimato la compagine savoiarda in alcune partite. Ottimo, finora, anche il terzo posto in classifica della “sperimentale” Under 14 composta da soli tre ‘95 e da tutti ‘96.