A cura della Redazione
Fiamma Torrese, mal di trasferta Continua il “mal di trasferta” della Fiamma Torrese che chiude il girone di andata con la quarta sconfitta esterna, perdendo per 3-2 contro l’Istituto San Marco di Castellammare di Stabia. Appena otto i punti racimolati dalle oplontine nelle gare esterne, mentre diciannove sono stati raccolti tra le mura amiche. Dati che evidenziano una fragilità di tipo caratteriale e non certamente tecnico. La sconfitta pesante subita dalle stabiesi relega la Fiamma al quarto posto in una classifica che, fortunatamente, è molto corta. Parte con i peggiori auspici la trasferta di Castellammare. Coach Infante deve rinunciare ad Aievola, febbricitante. Un’assenza importante che peserà moltissimo nell’economia del match, anche perché le attaccanti di banda torresi non daranno il contributo di punti che è lecito aspettarsi. Primo set che vede lo Stabia partire bene, la Fiamma, invece, gioca tesa e contratta, alterna cose buone ad errori grossolani e perde, meritatamente, per 25-21. Nel secondo set cambia radicalmente l’andamento della gara. Le torresi, incoraggiate anche dal pubblico giunto a Castellammare, piazzano un parziale di 10-3 che lo Stabia non è in grado di recuperare. Il set si chiude con un eloquente 25-16 per la Fiamma. Terzo set fotocopia del secondo, con la centrale De Gaetano e l’opposto Grillo che fanno benissimo in attacco e la libero Esposito che chiude la difesa a doppia mandata, risultato finale 25-17 per le torresi. A questo punto del match nessuno avrebbe scommesso un euro sulla vittoria dello Stabia, ma la Fiamma spegne la luce, va in confusione, e uno Stabia ordinato, ben messo in campo, con delle buone individualità soprattutto nelle under, riapre i giochi e si aggiudica il quarto set per 25-19. Quinto set già deciso al cambio di campo, con le stabiesi in vantaggio per 8-3. Le ragazze di Infante non pungono più benché abbiano ancora una possibilità sull’11-9. Tuttavia, il set si chiude con il parziale di 15-11, assegnando la vittoria allo Stabia che ha il merito di averci creduto sempre. Al termine della partita abbiamo sentito il tecnico in seconda dello Stabia, coach Andrea Iovene: “Siamo molto soddisfatti della vittoria che ci permette di nutrire ancora qualche piccola chance in termini di qualificazione play-off, anche se la distanza dalle terze è ancora significativa. Speriamo di fare un girone di ritorno super e di valorizzare le nostre under”. Di umore opposto una nervosissima Lina Infante che certamente non ha digerito la prestazione delle sue atlete: “Abbiamo perso in sei contro una”, commenta amaramente l’allenatrice oplontina, non volendo aggiungere null’altro. Certamente questa sarà una settimana di passione in casa Fiamma, in vista del delicato incontro interno di sabato 26 gennaio (ore 17.00) contro il VB 70 di Pomigliano. La vittoria serve come il pane nella lotta per i due posti utili a disputare i play-off, una “battaglia” che vede coinvolte cinque squadre nell’arco di soli tre punti. GIOVANNI GURGONE