Tenere sempre puliti soprammobili e tazze di porcellana è molto semplice. Lavateli usando lo stesso shampoo che utilizzate per i capelli. Quindi, sciacquateli mettendoli ad asciugare su un telo ben pulito.
La maniglia d’ingresso, la targhetta della porta, la cornice del citofono... ma anche la testiera del letto: tutti gli oggetti in ottone si puliscono spazzandoli con vino rosso caldo. L’uso è insolito, ma il risultato è molto soddisfacente.
I vasi di cristallo a collo lungo si lavano lasciando sul fondo aceto e sale grosso. Poi si scuote di tanto in tanto, fino ad ottenere il risultato desiderato.
Se le cornici sono ricoperte da uno strato di vernice dorata che il tempo ha annerito e resa opaca, pulitele con un batuffolo di cotone imbevuto nell’aceto. Poi, sciacquatele con acque fredda e asciugatele accuratamente con uno straccetto morbido.
I fusti di garofani vanno tagliati ogni tanto appena sopra un nodo: dureranno di più.
Per pulire i gioielli in corallo rosso lasciateli a bagno in acqua calda e sale grosso per circa 15 minuti.