Se le piastrelle del bagno hanno un velo di calcare, diventeranno lucidissime se verranno lavate con un detergente ed asciugate un po’. Successivamente, spruzzate con abbondante aceto e strofinate. Poi sciacquate con un panno umido e asciugate.
Anche sulle piastrelle i segni dei pennarelli si tolgono con acqua e poco alcol. Matite e pastelli a cera, invece, si cancellano con una spruzzata di cera per pavimenti.
Se avete pavimenti con piastrelle un po’ vecchie, potete passarle con la pasta lucidante che usano i carrozzieri per le automobili. Tirandola bene, in effetti, il pavimento recupera tutto il suo splendore.
Con una spugna imbevuta di aceto puro si eliminano sporco e grasso dalle piastrelle della cucina e del bagno.
Per togliere l’odore di muffa o di chiuso dall’armadio, prendete una grossa arancia e dopo averla pulita bucherellatela infilando nella scorsa almeno una ventina di grammi di pepe. Si possono utilizzare anche i chiodi di garofano.
Se la biro ha sporcato una cartella di pelle chiara, utilizzate l’alcol.