ACETO PER PULIRE
I soprammobli di porcellana si mantengono sempre brillanti se, oltre ad essere spolverati, vengono trattati con queste accortezze: se sono decorati, vanno lavati con acqua e succo di limone. Se bianchi, invece, vanno immersi in acqua e lisciva (un prodotto sbiancante) per qualche ora. Poi devono essere risciacquati e lucidati.
Per togliere le etichette dalle bottiglie di cristallo, lasciatele immerse nell’acqua tiepida. Togliete gli eventuali residui di carta con un panno morbido imbevuto di acetone, ma non usate la lama di un coltello che potrebbe graffiare il cristallo.
Le macchie di grasso sul legno si tolgono con aceto puro. Ripassate con un panno intriso in una soluzione di acqua tiepida e qualche goccia di aceto.
Prima di lavarle, strofinate le fodere del divano con sale umido.

TE’ NEL GIARDINO
Le foglie di tè rendono più acido il terreno del vostro giardino. Sono un ottimo fertilizzante da aggiungere, al momento del rinvaso, alla terra delle piante e dei fiori che amano un ambiente acido come camelie, ortensie, eriche e azalee.
Quando innaffiate le piante, unite all’acqua gli avanzi del tè freddo: ricco di minerali, è un ottimo fertilizzante.
Per eliminare le macchie scure dagli specchi strofinatele con foglioline di tè calde su un panno di lana. I mobili di legno, invece, tornano puliti se si passa sopra la superficie un panno intriso di tè scuro lasciato raffreddare.
I tappeti ritornano brillanti se li cospargerete con foglioline di tè usate e ancora umide. Fate riposare per 15 minuti. Poi passate l’aspirapolvere.