Si sono formate macchie di ruggine sulla biancheria? Strofinatele con succo di pomodoro fresco e poi sciacquate. Anche il succo di limone caldo va bene, ma deve essere poi sciacquato con acqua calda.
Spesso i tessuti sintetici, nonostante il lavaggio, mantengono un cattivo odore. Per eliminarlo, aggiungete un cucchiaio di bicarbonato al normale detersivo e lasciate a bagno per circa un’ora.
Le coperte di ciniglia, lana e cotone vanno messe in lavatrice usando detersivo e programma delicati. E’ consigliabile, inoltre, metterle nel cestello ben piegate, perché si stropicciano di meno.
Il golf di cachemire si è infeltrito? Mettetelo per 3 ore nell’acqua calda con sale grosso. Strizzatelo e arrotolatelo in una salvietta per farlo asciugare.


Per pulire i lampadari a gocce, tornati di moda, mescolate un bicchiere di acqua calda e uno di alcol in una tazza. Con un panno liscio imbevuto di questa soluzione, pulite goccia a goccia il vostro lampadario. Poi, asciugate.
Per togliere l’unto che si forma attorno alle manopole dei fornelli e a tutte le parti di metallo, usate acqua e ammoniaca e un vecchio spazzolino da denti.
Se il forno è sporco di grasso, mettete all’interno una pentola larga e bassa con due litri di acqua calda e un cucchiaio di ammoniaca, da lasciare per tutta la notte affinché agisca. La mattina dopo toglierete facilmente il grasso con una spugna umida.
Una macchia di inchiostro sul tavolo di marmo? Strofinate il segno con un panno e versate sopra un po’ di acqua minerale gasata. Dopo 15 minuti asciugate.