IL CARCIOFO
Recuperate le parti più carnose delle foglie esterne e i pezzi meno fibrosi dei gambi di carciofo: lessateli, passateli al passaverdura e usateli per insaporire minestre, ripieni, torte salate.
Per evitare che si anneriscano durante la preparazione è importante tenere i carciofi immersi in acqua e limone fino al momento della cottura.
I carciofi possono ridurre i livelli di colesterolo nel sangue grazie alla cinarina, una sostanza presente nelle foglie che è anche benefica per fegato e reni. Il cuore contiene, invece, acido clorogenico, un antiossidante naturale utile per prevenire le malattie cardiovascolari.
Per trarre i maggiori benefici dal carciofo occorre consumarne 100 grammi al giorno per un periodo prolungato. E’ meglio mangiarlo fresco, o in insalata con scaglie di grano.

LE PROPRIETA’ DEI CACHI
Il modo più veloce per servire i cachi consiste nel lavarli e asciugarli per bene prima di metterli in una coppetta di vetro, togliere il picciolo e scavare la polpa con un cucchiaino. Potete accompagnarli con del liquore, della panna montata o semplicemente ricoperti con un velo di cacao amaro.
La qualità “Sharon Fruit” può essere servita in una versione “salata” molto particolare e meno conosciuta. Il caco va servito a fette con una spruzzata di olio e aceto ed un pizzico di sale. E’ assolutamente perfetto per accompagnare carne affumicata.
Le foglie del caco, sotto forma di infuso, sono utili per combattere insonnia e gastriti. Chiedete in erboristeria.