SAPONI PROFUMATI
Il sapone di Marsiglia, inumidito e passato sui vecchi mobili di pino e abete, ridarà loro lucentezza e luminosità. Dopo, strofinate con un panno asciutto di lana.
Il collo dei giubbotti di renna si pulisce strofinandolo con una spugnetta imbevuta di acqua fredda e sapone di Marsiglia. Fate asciugare e poi ripassate con una spazzola morbida.
Niente cattivi odori all’interno di sacche e valigie. Al momento di riporle, chiudete all’interno una saponetta, anche quelle nelle confezioni mini fornite negli alberghi.
Le scarpe da tennis di vostro figlio, quando le toglie alla sera mandano un odore non proprio piacevole? Rimediate infilandovi una piccola saponetta profumata, che lascerete per tutta la notte. Al mattino seguente le scarpe saranno nuovamente profumate.


IN CUCINA E...
Le candele non faranno fumo e dureranno di più se si immergono nella schiuma di una saponetta. Non bagnate, però, lo stoppino. Prima di accenderle dovranno essere asciutte.
Prima di friggere le polpette passatele nella farina. Ciò eviterà che, durante la loro cottura, l’olio spruzzi qua e là sporcando dappertutto.
Per cuocere alla maniera migliore il pesce alla griglia, appoggiatelo intero, e non squamato, su uno strato di sale grosso. Poi ricopritelo ancora di un altro strato e fatelo riposare per un paio d’ore. Il sale assorbirà l’unidità interna e la carne del pesce resterà solida e compatta, croccante fuori e morbida dentro.
Le pizze fatte in casa risulteranno croccanti al punto giusto aggiungendo all’impasto due cucchiaini di acqua gassata.