A cura della Redazione
Gare d´appalto, sì del Consiglio comunale al Centro Unico di Committenza Ultima seduta di Consiglio comunale del 2014 a Torre Annunziata. Il 29 dicembre, l´Assise si è riunita nella sala di Palazzo Criscuolo ed ha deliberato sui punti in discussione all´ordine del giorno. Eletti i due vice presidenti. Per la maggioranza, Marcello Vitiello, mentre per l´opposizione, Pasquale Iapicca. Inoltre, è stato individuato l´organismo che si occuperà delle gare d´appalto avviate dal Comune oplontino. Si tratta del Centro Unico di Committenza (CUC) a cui partecipa anche il Comune di Boscotrecase. Il CUC sostituisce la SUA (Stazione Unica Appaltante) in quanto la stessa attualmente non faceva parte delle trentacinque centrali di committenza. La scelta si è resa necessaria perché dal primo luglio 2014 il Comune di Torre Annunziata non ha potuto indire gare dal momento che non aveva ancora aderito ad un organismo quale la centrale di committenza. «Il nostro Comune - ha affermato il sindaco Giosuè Starita - è stato uno dei primi ad aderire alla SUA (nel marzo 2009, ndr) quando ancora non era obbligatorio farlo. La scelta dell´Amministrazione risponde a due criteri: quello della economicità, poiché non verseremo più una percentuale alla Stazione Unica sull´importo a base d´asta; e quello dell´operatività, in quanto se non avessimo optato per l´adesione al CUC, ci saremmo preclusi la possibilità di indire gare nel 2015. E non dimentichiamo - ha concluso il primo cittadino - che abbiamo in itinere una gara d´appalto da 33 milioni di euro per la riqualificazione del porto, della spiaggia della Salera e per il completamento della bretella». Inoltre, il Consiglio ha approvato la modifica al regolamento sulla funzionalità del centro di raccolta rifiuti (isola ecologica) di via Roma. Dal prossimo anno, chiunque, residente a Torre Annunziata, potrà conferire i materiali differenziati senza necessità che si tratti del capofamiglia, come invece accadeva fino ad ora. Basterà semplicemente essere maggiorenni e presentare un valido documento di riconoscimento all´ingresso. La seduta è stata anche caratterizzata da un intervento polemico del capogruppo di Centro Democratico, Davide Alfieri, il quale ha fatto notare al tavolo di presidenza che erano stati inclusi tra i votanti anche alcuni consiglieri momentaneamente assenti. Questa osservazione ha generato un battibecco tra lo stesso Alfieri ed i consiglieri del Pd.