A cura della Redazione
Antonio Bassolino al "de Chirico" parla di destra e sinistra Cos´è la destra, cos´è la sinistra... È sulle note di questa ironica canzone di Giorgio Gaber e sulle immagini di un divertente e applaudito video sull´argomento realizzato dal liceo artistico "de Chirico" di Torre Annunziata, che è entrato nel vivo l´incontro con Antonio Bassolino. Nell´auditorium dell´istituto diretto dal dirigente scolastico Felicio Izzo, l´ex sindaco di Napoli e governatore della Campania ha incontrato i cittadini nell´ambito di una manifestazione organizzata dall´associazione Riformisti nel Mezzogiorno, presieduta da Luigi Carillo. Bassolino, più che presentare il libro "Le Dolomiti di Napoli", in cui parla della sua vita politica e privata, un viaggio dentro se stesso di un uomo controverso molto criticato ma anche molto amato, ha preferito affrontare quasi esclusivamente il tema oggetto della discussione e cioè le differenze tra destra e sinistra. Ricordando che in altre nazioni come la Germania e la Francia, queste parti politiche si uniscono sui grandi ideali nazionali e si dividono sui programmi, mentre in Italia avviene il contrario. Ha poi analizzato il periodo del compromesso storico proposto da Enrico Berlinguer, sottolineando la grande intuizione e valenza politica dell´allora segretario del PCI. E un passaggio del suo intervento è stato riservato anche a Torre Annunziata, dove è nata la prima Camera del Lavoro. Interessanti anche gli interventi di due giovani del PD, Isa Manzo e Antonio Cavallaro, la prima si è cimentata in un´analisi delle potenzialità che ha il Mezzogiorno, e il secondo ha spaziato su una serie di tematiche inerenti all´argomento del dibattito, rivolgendo a Bassolino anche una precisa domanda sulla necessità di superare l´attuale assetto delle regioni per riunirle in macroregioni. Il sindaco Giosuè Starita ha portato il suo contributo di analisi sui concetti di destra e sinistra, evidenziandone le differenze profonde che li dividono. Il preside Izzo ha fatto da trait d´union tra i vari interventi, interloquendo con i relatori e spiegando il significato che aveva il video realizzato e proiettato nell´ambito della manifestazione. SALVATORE CARDONE