A cura della Redazione
Ancora crepe nella maggioranza. Si defilano altre due forze politiche Si allargano le crepe all’interno della maggioranza che sostiene il sindaco Starita. Dopo la presa di distanza dei Progressisti e Democratici e dell’UdC dalla maggioranza, altre due forze politiche rivolgono un appello al primo cittadino affinché dia vita ad un nuovo corso, per rilanciare l´azione politica e amministrativa. «Dopo le affermazioni e le vicende messe in campo da Centro Democratico – si legge nella nota del Nuovo Psi -, con la solita arroganza che danneggiano i rapporti politici e personali, il Nuovo Psi ritiene necessario un idoneo confronto tra tutte le forze politiche del consiglio comunale per il bene comune della nostra città, per determinare una nuova e più incisiva maggioranza politica alternativa che sia comunque da sostegno all’attuale sindaco della città». Anche in questo caso, si punta il dito contro l’operato del partito dei fratelli Alfieri. Al Nuovo Psi fa eco Orgoglio e Dignità. «Noi coerenti e decisivi sostenitori del sindaco Starita - inzia il comunicato - avevamo suggerito e ne siamo tuttora convinti, che solo la partecipazione di tutte le forze politiche poteva assicurare un risolutivo contributo agli annosi problemi della Città. Oggi è giunto il momento di chiedere al sindaco, e solo a lui, di farsi promotore di un nuovo tavolo politico che tenga conto di quanto a suo tempo da noi suggerito, dando vita ad una nuova amministrazione, condivisa e partecipata, nella quale la pari dignità sia il volano per un reale rilancio della nostra comunità. Finora abbiamo dato dimostrazione, con il lavoro appassionato svolto dal nostro giovane consigliere Raffaele Izzo, sulle problematiche scolastiche come in altri settori, in stretta collaborazione con gli amici consiglieri dell’UDC, che cambiare in meglio si può. Riponiamo, quindi, nel sindaco – conclude il documento - la nostra fiducia affinché al più presto convochi un tavolo politico chiarificatore e programmatico».