A cura della Redazione
Il Consiglio contro il trasporto dei rifiuti. La Seaport ritira la richiesta Una seduta di consiglio comunale velocissima, quella di stamattina a Palazzo Criscuolo. I consiglieri della maggioranza si sono dati appuntamento alle otto precise e senza aspettare neanche un minuto, hanno dato inizio ai lavori. In aula non erano ancora presenti né i consiglieri dell´opposizione, né il pubblico, né la carta stampata. Solitamente, come di consuetudine, le sedute consiliari iniziano sempre con un´ora di tolleranza rispetto all´orario di convocazione. Stamani, invece, non è stato così. Grande è stata la sorpresa dei consiglieri di opposizione che alla spicciolata sono entrati in aula intorno alle 8,30. La maggioranza, infatti, aveva già discusso, in appena mezz´ora, tutti i punti all´ordine del giorno, tra cui il bilancio di previsione, il documento politico-programmatico più importante dell´intero anno. «In tanti anni di vita amministrativa - afferma il capogruppo dell´Italia dei Valori Antonio Gagliardi - non ho mai assistito ad una cosa del genere. Una maggioranza che si sottrae al confronto su argomenti delicati, quali il bilancio di previsione e la determinazione delle aliquote delle imposte per l´anno 2012. Fortunatamente siamo giunti in tempo per discutere del problema del trasporto delle ecoballe dal porto di Torre Annunziata. Forse la maggioranza ha temuto un´eventuale protesta dei cittadini in merito alla questione del trasporo dei rifiuti, liquidando tutti gli argomenti in discussione in appena mezz´ora». Senza l´opposizione, quindi, approvati tutti i punti all´ordine del giorno. Ma è passato all´unanimità un documento congiunto tra maggioranza e opposizione che di fatto respinge qualsiasi iniziativa volta al trasporto di ecoballe dal porto di Torre Annuziata. E nel pomeriggio giunge anche la nota della Seaport che ritira il progetto di trasportare per via mare le ecoballe in Olanda.