A cura della Redazione
Sinistra Ecologia Libertà, Manna: «Una lista giovane e vicina ai cittadini» «La nostra lista è il risultato di un lavoro svolto nel corso di questi mesi, teso a coinvolgere donne, giovani ed esponenti della società civile». Massimo Manna, coordinatore cittadino del Circolo "S. Pertini" di Sinistra Ecologia Libertà, così presenta alla città i 24 candidati di Sel al Consiglio comunale. Sel vanta il maggior numero di donne (11) tra le 22 liste che concorreranno alle elezioni del 6 e 7 maggio prossimi. «Noi siamo contrari ad espedienti, come le "quote rosa", che riteniamo degradanti per le donne stesse - ha sottolineato Manna -. La grande partecipazione delle esponenti del genti sesso nella nostra lista non nasce dal voler a tutti i costi inserire le donne nella competizione elettorale, ma dalla volontà delle stesse donne di avvicinarsi spontaneamente e con passione al nostro progetto politico». Non solo donne, però. Sinistra Ecologia Libertà vanta tra i suoi candidati esponenti del mondo della scuola, del sindacato, delle forze dell´ordine, dell´associazionismo, ma anche casalinghe ed operai, i più colpiti dalla crisi economica e dalle misure poste in essere dal Governo Monti. «Persone - prosegue Manna - che hanno a cuore le sorti della città. Ci sono compagni che da anni lottano per l´affermazione dei diritti ed il risanamento di determinate zone di Torre Annunziata, le più degradate, come il quartiere "Provolera"». Non manca, poi, l´attenzione verso le tematiche ambientali. Tra i candidati fiugura, infatti, Carlo Carotenuto, che da anni segue da vicino, in qualità di rappresentante sindacale USI, la vicenda del depuratore di Foce Sarno e del ponte di via Sepolcri. «La nostra scelta di sostenere Antonio Gagliardi come candidato sindaco è stata una scelta di coerenza, strettamente di natura politica. Non abbiamo condiviso l´atteggiamento del Partito Democratico - ha sottolineato Manna - che ha scelto di appoggiare un candidato sindaco che nel ´95 si presentò con Forza Italia. Il suo nome, seppur legittimo, non ci convinceva, così come il modo di agire dello stesso Pd. Ecco perché abbiamo dato vita, insieme all´Italia dei Valori, alla Federazione di Sinistra e ai Verdi, al nuovo e vero centrosinistra. L´unica novità nel panorama politico cittadino. Una novità non solo anagrafica, con l´inserimento nella lista di Sel di tanti giovani, ma anche e soprattutto una coalizione che saprà sicuramente amministrare bene la città». «La nostra è la coalizione più coerente politicamente - ha affermato il canidato sindaco Antonio Gagliardi, anch´egli intervenuto alla presentazione della lista di Sel -. Starita è sostenuto da forze di centrodestra dopo che era stato eletto, nel 2007, con il centrosinistra. Motivo per il quale, l´Italia dei Valori, insieme a Sel e al Partito Democratico, ha deciso di abbandonare l´Amministrazione. Nella coalzione di Sica, invece, su cinque liste, gli unici partiti di centrosinistra sono il Pd e il Partito Socialista. Gli elettori ci daranno fiducia proprio perché noi non abbiamo vincoli e condizionamenti, ma possiamo agire e pensare liberamente, nell´esclusivo interesse della città e dei torresi». Gagliardi ha poi annunciato la diffusione di un programma elettorale dettagliato. «Non un libro dei sogni, ma opportunità concrete di sviluppo e rilancio del territorio - ha dichiarato -. Noi non facciamo false promesse, come sta accadendo in questi giorni. A causa dell´incompetenza e dell´incapacità di questa Amministrazione abbiamo perso milioni di euro di finanziamenti per opere pubbliche di importanza strategica. Il nostro programma si basa su progetti concreti, scevri da qualsiasi forma di "grandiosità"». «Possiamo vincere grazie alla bontà delle persone e dei progetti messi in campo». E´ il commento del consigliere comunale di Sel, Andrea Fiorillo. «Io ed il consgliere Luigi Cirillo dell´IdV siamo stati gli unici a fare vera opposizione al malgoverno di Starita - ha affermato Fiorillo -. Abbiamo donne e uomini capaci e competenti, che di sicuro sapranno rappresentare in Consiglio comunale i veri bisogni dei cittadini».